Di seguito si riporta il commento di Pietro Paolo Boiano (DIRSTAT)

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE: Nuovo Isee: reddito e indennità, cosa cambia? La decisione del Consiglio di Stato

La  mozione presentata dall’On.le Walter Rizzetto ed altri deputati del gruppo Fratelli d’Italia -Alleanza nazionale pone in evidenza ancora una volta le anomalie del sistema legislativo del Governo.

Al riguardo, infatti, la rivisitazione del provvedimento determinante l’indicatore di situazione economica equivalente (ISEE) è stato fortemente censurato dalla giustizia amministrativa in quanto lesivo dei diritti delle classi sociali più deboli.

PER APPROFONDIRE SI CONSIGLIA ANCHE: Pensioni di invalidità: l’interrogazione parlamentare che mette in luce le criticità

L’equiparazione delle pensioni di invalidità e le indennità di accompagnamento al reddito da lavoro è stata un’azione di pura follia sia sotto l’aspetto logico che etico e giuridico.

E valga il vero in nome di una presunta  applicazione della spending review l’attuale Esecutivo toglie alle categorie meno abbienti a tutto vantaggio dei ricchi in netta violazione dei principi costituzionali.

Si invita, pertanto, al rispetto delle sentenze del Consiglio di Stato eliminando le gravi disuguaglianze sociali che affliggono il Paese.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteEstromissione agevolata dell’immobile strumentale: come funziona?
Articolo successivoFacebook: quando l’offesa diventa Reato di Diffamazione. Cosa si rischia? Come difendersi?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here