L’interrogazione parlamentare dell’Onorevole Walter Rizzetto evidenzia in modo chiaro ed inequivocabile le gravi criticità del potere legislativo che pur di far quadrare i conti pubblici confonde il sacro con il profano.

PER APPROFONDIRE SI CONSIGLIA IL NOSTRO SPECIALE SU PENSIONI 2016: LE NOVITA’

Come nella fattispecie la normativa che regola l’ISEE è tutta da rivedere: non è possibile che i cittadini per vedere riconosciuti i loro diritti siano costretti a chiedere l’intervento della magistratura.

Il Governo deve, pertanto, comprendere una buona volta e per sempre che lo scotto della grave crisi del Paese non può più essere sopportato dai soliti noti ed a vantaggio dei ricchi.

CONSULTA QUI IL TESTO DELL’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE


CONDIVIDI
Articolo precedenteAssegnazione e cessione agevolata di immobili: la tassazione in capo ai soci
Articolo successivoMarito troppo geloso? Scatta il reato?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here