a cura di Enrico Patti

Agli Ordini provinciali degli Ingegneri arrivavano sempre più richieste di accesso. Le richieste erano state tutte respinte.

Il Consiglio nazionale degli ingegneri aveva denunciato la cosa e chiesto al Ministero dell’Università e dell’Istruzione di intervenire e l’intervento è giunto. I laureati in architettura del vecchio ordinamento non possono più fare domanda per sostenere l’esame di Stato per Ingegneri.

Con la specificazione del Miur, è ora chiarissimo che l’accesso agli esami di stato per l’iscrizione all’Albo degli Ingegneri non è possibile per chi ha ottenuto il diploma di laurea in Architettura del vecchio ordinamento.

Nello specifico, il Miur ha chiarito come al capo IX, sulla Professione di Ingegnere, l’art.47 del DPR n.328/2001 indichi come valida per l’ammissione alla sezione A dell’esame di stato per gli ingegneri la sola classe di laurea specialistica di Architettura e Ingegneria Edile, mentre non si parla di diploma di laurea in Architettura del vecchio ordinamento. Nella nota del Miur c’è scritto:

L’accesso agli esami di stato per la sezione A dell’albo degli Ingegneri non è possibile per i possessori del diploma di laurea in Architettura, ma soltanto a coloro che hanno conseguito un titolo della classe 4/S e un titolo ad essa equiparato dell’attuale classe di laurea magistrale LM4- Architettura e Ingegneria Edile-Architettura”.

Tutta la norma si trova sul sito del Miur.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome