In merito al cosiddetto salvacondotto per la pensione anticipata dei soggetti nati nel 1951 e nel 1952, l’INPS ha negato l’accesso a chi è disoccupato.

CLICCA QUI PER TROVARE TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SU ACCEDERE ALLA PENSIONE NEL 2016: CHI PUO’?

PENSIONE ANTICIPATA: PERCHE’ L’INPS HA RESPINTO LA DOMANDA?

Il beneficio del salvacondotto per la pensione anticipata è stato previsto dalla Legge Fornero e permette di accedere alla pensione, con riferimento ai nati sino al 31 dicembre 1952, una volta compiti 64 anni di età, e rispettando i seguenti requisiti:

– almeno 35 anni di contributi alla data del 31 dicembre 2012, nel caso si tratti di lavoratori dipendenti del settore privato;

– almeno 20 anni di contributi alla data del 31 dicembre 2012, nel caso si tratti di lavoratrici dipendenti del settore privato.

Da quando è iniziato il 2016, tuttavia, sono diversi i lavoratori la cui domanda di pensione anticipata con il cosiddetto Salvacondotto è stata respinta dall’Istituto di Previdenza.

PENSIONE ANTICIPATA: CHI E’ ESCLUSO DAL SALVACONDOTTO?

La norma, infatti, esclude i lavoratori autonomi e i dipendenti del settore pubblico.

In aggiunta a ciò, il requisito anagrafico dei 64 anni di età va adeguato agli incrementi alla speranza di vita, per cui nel 2016 è pari a 64 anni e 7 mesi.

Disoccupati

Il respingimento delle domande di pensione, in realtà, non fanno riferimento né ai lavoratori autonomi, né ai dipendenti pubblici, né tanto meno a quei soggetti che ancora non hanno maturato 64 anni e 7 mesi di età, riferendosi invece ad una precisa disposizione prevista dall’INPS, non molto conosciuta.

Tale disposizione è, infatti, contenuta in un messaggio dell’INPS (219/2013) il quale, allo scopo di interpretare la Legge Fornero, in sostanza l’ha cambiata, nello specifico, negando l’accesso al salvacondotto ai lavoratori non occupati alla data del 28 dicembre 2011.

Non hanno, quindi, diritto alla pensione proprio i soggetti che invece dovrebbero averne maggiore bisogno, così come è stato evidenziato nel corso delle ultime settimane dai numerosi lavoratori, classe 1952, che, nonostante il possesso dei requisiti richiesti, si sono visti respingere la domanda di pensione proprio perché disoccupati al 28 dicembre 2011.

Visto l’ingente numero di persone coinvolte, molto probabilmente la questione farà scattare un comitato e una class action, affinché, ai fini dell’accesso al beneficio del salvacondotto, venga cancellata la ‘clausola’ dell’occupazione alla data del 28 dicembre 2011.

PENSIONE ANTICIPATA: QUALI SONO GLI ALTRI MODI PER ACCEDERVI?

I lavoratori del 1952, in realtà, hanno a disposizione un’altra strada per poter anticipare la pensione.

– Infatti, i lavoratori, indipendentemente dall’età, possono comunque accedere alla pensione se possiedono 42 anni e 10 mesi di contributi (per gli uomini) o 41 anni e 10 mesi (per le donne), utilizzando la pensione anticipata prevista dalla Legge Fornero.

– Alternativamente, gli stessi possono usufruire la pensione anticipata contributiva. In questo caso, bastano 20 anni di contributi e 63 anni e 7 mesi di età, tuttavia viene richiesto che tutti i contributi siano computati nella Gestione Separata, per coloro che possiedono contribuzione versata prima dell’anno 1996.

Attenzione, però, in quanto non hanno diritto comunque ad accedervi i lavoratori che possiedono più di 18 anni versati prima del 31 dicembre 1995 e meno di 5 anni versati dopo la stessa data.

Opzione Donna

Per quanto riguarda, poi, le sole lavoratrici, qualora abbiano maturato almeno 35 anni di contributi alla data del 31 dicembre 2015, hanno la possibilità di usufruire anche dell’Opzione Donna.

PER SAPERE TUTTO SU OPZIONE DONNA 2016: REQUISIT, BENEFICIARI, DOMANDE VAI AL NOSTRO SPECIALE

Sia l’Opzione donna che la pensione anticipata contributiva, in realtà, sono istituti molto penalizzanti dal momento che l’assegno viene calcolato con il sistema contributivo. Pertanto viene rimessa ai lavoratori la scelta, che come tale deve essere ben valutata, consigliando di fare prima un confronto tra il trattamento spettante con la pensione di vecchiaia, calcolato con il metodo retributivo-misto, e invece quello spettante con l’Opzione donna o la pensione anticipata contributiva.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


13 COMMENTI

  1. per una nata a novembre 1952 che sarebbe andata in pensone al 2012 con i 60 anni e requisiti minimi di legge in quanto derogata Amato legge 503 del 1992 cosidetta 15enne equiparata ai 20 anni ora non è stata messa ne lei ne quelle come lei nel salvacondotto fornero a 64 anni e 7 mesi perche la signora fornero non sapeva dell esistenza di tale legge ancora in vigore fino a che esistono queste persone …un patto con lo stato quindi le prime esodate in assoluto quando si dice 20 anni di contributi è sottointeso anche le derogate amato equiparate ai 20 altrimenti che ci sta a fare tale deroga? una discriminazione madornale confido in DI MAIO spero corregga il salvacondotto

  2. Sono nata in 25/08/1952 ho 26 ani contributi in ROMANIA e 7ani in italia .Adesso sono titolare di un negozio in italia .in 25 marzo 2017 avro 64ani e 7 mesi di eta .Potrò andare in pensione con la lege salvacondotto ?(a 28/12/2011 lavoravo comme dipendente)

  3. In riferimento alla mia del 6 giugno scorso, faccio presente che a seguito del ricorso, l’ INPS ammettendo l’errore involontario ( O volontario ????????) ha riconosciuto a mia moglie tutti i diritti della pensione con decorrenza prevista novembre 2015. Adesso aspettiamo la liquidazione . Non bisogna stare fermi, bisogna spulciare tutto e informarsi in continuazione per avere i propri diritti, perchè ormai non siamo tutelati da nessuno……………….

  4. Ne abbiamo pieno i C….I . Che dire quando uno ha raggiunto la sua pensione di 42 anni e 07 mesi come dice la legge Fornero e si vede decurtato ulteriormente !!! Che governanti…pensano ai suoi Vitalizzi…..

  5. Una domanda: come fa l’Inps a cambiare le normative di legge?
    E se lo fa (in maniera arbitraria) perché nessun giudice interviene a ripristinare la normativa di legge?
    Perché per un diritto che si ha sancito da una normativa di legge si deve fare una class action?
    FORSE MI PONGO TROPPI PERCHÉ

  6. Si è detto che l’INPS per quelli che usufruiscono del salvacondotto dei nati nel 1951 e 1952 escludono soltanto quelli che al 28.12.2011 non si trovano in servizio. E mia moglie nata il 24.02.1952 che ha lavorato nelle Poste Italiane spa dal 24/03/1981 al 31/12/2013 quindi con tutti i requisiti della Legge Fornero, perchè le è stata respinta la domanda, senza precisare nessuno articolo e solo con la dicitura “” Secondo le norme vigenti “,
    Abbiamo fatto ricorso e tutto tace . Io so soltanto che quando ci hanno trasferiti all’INPS siamo entrati tutti in un vicolo cieco, dove nessuno sa darti spiegazioni e nemmeno rispondono alle domande che gli fai. Cosa dobbiamo fare ? andare al Governo con i forconi come ai tempi della Rivoluzione Francese ? Qui in Italia ormai si respira solo aria di dittatura, ci manca solo l’olio di ricino !!!

  7. Un autonomo con41 anni di contributi e61 di eta’ del1955 quando andra’ in pensione?

  8. Quando hanno fatto la legge fornero hanno votato tutti sia di destra sia di sinistra (all’infuori della lega) con la scusa che l’italia era in bilico, fatta la legge l’italia anzi gli italiani siamo noi in bilico vicino al precipizio.

  9. Ma vergognatevi, non se ne può più. Chi il lavoro non ce l’ha più, cosa fa? Ma lasciateci andare in pensione, cavoli. Già con opzione donna ci decurtate un casino, cosa volete ancora, il sangue? Dò anche quello sono donatrice AVIS.
    TUTTE NOI DONNE
    ASPETTIAMO LE PROSSIME ELEZIONI

  10. Dovremmo aver imparato tutti a fare i calcoli come sanno fare loro che hanno due unità di misura per noi misurano con il km per loro con il centimetro, hanno avuto dei buoni insegnanti purtroppo dovremmo andare tutti negli stessi istituti, così combattiamo a armi pari,farabutti.

  11. i nostri governanti fanno di tutto per complicarci la vita a noi mentre quiando si tratta di fare leggi a favore loro è tutto più semplice .appena posso lascerò questo paese .

SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome