Il Salone della Moto e dello Scooter si prepara all’inaugurazione della sua ottava edizione

Oggi, giovedì 3 marzo, alle 10.30 il taglio del nastro con il pilota del mondiale Superbike Davide Giugliano   Si stanno per accendere i motori dell’ottava edizione del Salone della Moto e dello Scooter in Fiera Roma, che  avverrà con il tradizionale taglio del nastro alla presenza dell’amministratore unico Mauro Mannocchi.

A sottolineare la connotazione anche sportiva di Motodays, sarà presente il pilota ufficiale Ducati del mondiale Superbike Davide Giugliano, reduce da un ottimo terzo posto nel round di apertura, sul circuito australiano di Phillip Island, soltanto domenica scorsa. “Nel 2015 l’immatricolato di moto con cilindrata superiore a 50cc ha mostrato in Italia una crescita del +9,6% rispetto al 2014. In particolare le motociclette hanno registrato una crescita del +14,4%. Dati importanti, che testimoniano una ripresa e una centralità del settore per il Paese e quale sia il ruolo insostituibile delle due ruote come strumento individuale per la mobilità sostenibile”, afferma Mauro Mannocchi Amministratore Unico di Fiera Roma, che aggiunge: “ Motodays è l’anima di questo settore, il luogo di incontro di passione e ragione, le due motivazioni che hanno portano oltre 170.000 italiani ad acquistare una moto nuova che si è aggiunta ad un parco circolante senza il quale le città italiane sarebbero paralizzate dal traffico automobilistico. E’ a questi cavalieri moderni e intelligenti che Fiera Roma dedica l’edizione 2016 di Motodays”.

Lo scorso anno oltre 145.000 i visitatori hanno affollato i padiglioni del quartiere fieristico per gustare il “piatto ricco” di Motodays, che sarà aperto da giovedì 3 a domenica 6 marzo. Motodays significa, infatti vivere i «giorni della moto» in tutte le sue declinazioni. Grazie alla presenza delle principali Case motociclistiche sarà possibile vedere e toccare con mano tutte le novità del 2016: dalle moto stradali alle supersportive, dagli scooter alle maxi-enduro: dalla bavarese BMW alle italiane Ducati e SWM, dall’austriaca KTM alle giapponesi Honda, Kawasaki, Suzuki, Yamaha, dalla taiwanese Kymco all’inglese Triumph, fino alle americane Victory e Indian e l’elettrica Zero ma anche la rinata Italmoto, che svelerà un’anteprima. Svariati anche i marchi rappresentati, come Harley-Davidson.

Motodays è anche un viaggio nel mondo degli accessori, dell’abbigliamento e dei caschi, con gli ultimi ritrovati in tema di sicurezza e – perché no? – per essere sempre alla moda: numerose le aziende di abbigliamento e accessori presenti, tra cui Tom Tom, che ha scelto Motodays per presentare un’anteprima nazionale. Un totale di oltre 400 aziende su 52.000 metri quadri di aree interne, mentre 30.000 mq saranno dedicati alle prove delle novità e 25.000 per gli show e le esibizioni. Confermati, infatti, i freestyler e gli stunt, con una novità: sarà presente la regina delle acrobazie su due ruote, la francese Sarah Lezito. Sarà anche possibile provare moltissime moto grazie all’iniziativa “Riding Experience” che porterà gratuitamente i visitatori nelle strade intorno alla Fiera..

Ampio spazio anche per gli spettacoli, con le esibizioni funamboliche dei più bravi freestyler del mondo. Non mancheranno poi le Special, e tutto ciò ruota intorno alle custom, comprese le aerografie e i concorsi per premiare le moto più belle. Il padiglione «vintage» ospiterà invece le moto storiche, con lo speciale “Avevo 16 anni, il mio 125”. Tra gli ospiti presenti, ricordiamo Michel Fabrizio ha scelto Motodays per presentare il proprio team che schiera due giovani talenti nel Campionato Italiano di Velocità. In programma anche la presentazione del Team MotoXRacing, con i piloti Riccardo Russo e Florian Marino, attesi protagonisti del Mondiale Superstock 1000.

Un importante momento sociale sarà quello della presentazione del Team Di.Di. Diversamente Disabili, alla presenza del team manager BMW Althea Genesio Bevilacqua, di Michel Fabrizio, del pilota paraplegico Nicola Dutto e della cantante atleta paralimpica non vedente Annalisa Minetti. Quest’anno a Motodays si svolgerà anche la mostra fotografica “34” dedicata proprio a Davide Giugliano e realizzata dai fotografi Otto Moretti e Fabrizio Porrozzi: “34” è il numero che Giugliano porta sulla carenatura della sua moto, in onore del suo idolo Kevin Schwantz (campione del mondo della classe 500 negli anni 090) e 34 sono le foto in mostra che ripercorrono i momenti salienti della passata stagione e alcuni “flashback” del passato. Dalle prime corse in minimoto, al titolo mondiale vinto 5 anni fa. Per gli amanti del viaggio, imperdibile l’incontro con i motoviaggiatori: da Giampiero Pagliochini a Gionata Nencini e Paolo Pirozzi, pronti a raccontare le loro incredibili esperienze di viaggio.

E a proposito di viaggi, a Motodays sarà possibile incontrare anche i designer di una delle moto di maggior successo di questi ultimi tempi e improntata proprio all’avventura: la Honda Africa Twin. RIDING EXPERIENCE – Confermata a grande richiesta anche l’iniziativa che permette ai visitatori di salire in sella alla propria moto dei sogni: nei giorni di Motodays, infatti, come anticipato nelle presentazioni delle attività delle singole Case, numerosi marchi metteranno a disposizione del pubblico i nuovi modelli di moto e scooter, per dei “riding test” nei dintorni della Fiera. BIKE & FUN – Un importante spazio sarà dedicato alle ‘due ruote’ non a motore e ai mezzi non convenzionali per muoversi bene nei centri urbani.

Quindi dalla bicicletta a pedalata muscolare fino alla moto a motore elettrico, passando attraverso le nuovissime e-bike e gli immancabili test ride ed esibizioni, saranno queste le occasioni per incontrare e stimolare la sensibilità ambientale del pubblico.

Oltre alla presenza di diversi stand dove curiosare ed informarsi saranno presenti molte attività ed iniziative per i visitatori: una pista ciclabile che correrà all’interno e all’esterno del padiglione dove provare i mezzi, un percorso per la sicurezza in bici realizzato dalla Federazione Ciclistica Italiana, l’area di ciclo cross esterna con un programma di manifestazioni organizzate per i tesserati della Federazione stessa e ancora esibizioni e spettacolo. Spazio anche ai contenuti e al confronto con un workshop organizzato il giorno d’apertura in collaborazione con Roma Servizi per la Mobilità dove approfondire esperienze e criticità della ciclabilità in città. “Bike&Fun è la dimostrazione dell’attenzione che vogliamo sempre riservare al mondo della bici, che riteniamo debba trovare in fiera un suo adeguato contest”, spiega Mauro Giustibelli Exhibition Manager di Fiera Roma. “Rappresenta infatti un mercato in forte espansione, soprattutto a Roma, che avvicina, nelle sue varie discipline, un numero di appassionati sempre maggiore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome