Porsche svela al Salone di Ginevra la nuova 911 R, vettura sportiva in stile classico che rispetta la tradizione del modello di origine, un’auto da corsa che venne omologata per l’uso su strada nel 1967.

Come la sua antenata – impiegata nei rally, nella Targa Florio e nelle corse da “record del mondo” – la 911 R adotta una struttura leggera ed offre performance ottimali. Il nuovo modello, con i suoi 1370 Kg, è la 911 più leggera della storia.

Il cofano anteriore e i passaruota della Porsche 911 R sono in carbonio, mentre il tetto è in magnesio. Il baricentro della vettura quindi si abbassa. Il lunotto e i cristalli laterali posteriori sono in materiale sintetico leggero.

Gli interni, invece, si distinguono per un ridotto isolamento e per l’assenza dei sedili posteriori. Per alleggerire la vettura, si è rinunciato anche all’impianto di climatizzazione opzionale e alla radio, compreso il sistema audio.

Esternamente, ad un primo sguardo, la carrozzeria richiama quella della Carrera. Sono la famosa parte anteriore e posteriore della GT3 e i doppi terminali di scarico centrali a rendere evidente il luogo di nascita della 911 R: il reparto Motorsport di Flacht.

Nell’ottica dell’impiego su strada, la Porsche 911 R è priva di alettone posteriore fisso, ma dotata del tipico spoiler posteriore estraibile dei modelli Carrera e di un diffusore posteriore nel sottoscocca, specifico dei modelli R, per garantire la necessaria deportanza.

La nuova Porsche 911 R è dotata del propulsore boxer a sei cilindri con cilindrata di quattro litri della 911 GT3 RS. Questo motore eroga 500 CV a 8.250 giri/min e scarica sulle ruote posteriori 460 Nm di coppia ad un regime di 6.250 giri/min. La 911 R brucia lo scatto da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi, e raggiunge la velocità di punta di 323 km/h.

L’asse posteriore sterzante di serie garantisce sterzate dirette e precisione di manovra, mentre differenziale posteriore autobloccante meccanico fornisce la massima trazione. La potenza frenante è assicurata, invece, dal Porsche Ceramic Composite Brake (PCCB), dotato di dischi freno con diametro di ben 410 mm all’asse anteriore e di 390 mm all’asse posteriore.

È già possibile ordinare la Porsche 911 R ; in Italia sarà in vendita a partire da maggio, al costo di 195.339 euro.

da: automoto.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteCome costruire un e-Commerce di successo? Regole e dati per aziende e consumatori
Articolo successivoPensioni: accedere alla pensione con 15 anni di contributi? Ecco quando si puo’

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here