Al Salone di Ginevra 2016 aggiornamenti estetici dopo 3 anni dal suo debutto con 515.000 unità sinora consegnate nel mondo 

 

 


La 2008, presentata al Salone di Ginevra nel 2013 come crossover, consentì a Peugeot di creare un nuovo segmento di veicolo, via di mezzo tra un SUV e una familiare. Ora, dopo 3 anni aveva bisogno di qualche aggiornamento, se non altro estetico, per meglio competere con la rivale Renault Captur.

L’intervento maggiore riguarda la parte frontale con un cofano motore più corto che non modifica la lunghezza della vettura, ma consente di integrare meglio la nuova griglia nera con tante barrette cromate verticali, in luogo delle 2 orizzontali. Inoltre, il «Leone» scende dal cofano per posizionarsi al centro della griglia.

Nella vista laterale sono comparsi dei codolini passaruota neri che conferiscono un più esplicito aspetto da crossover, confermato anche dall’adozione di pneumatici 4Season Mud&Snow su cerchi in lega da 17”. Neri anche i retrovisori esterni e le barre portatutto sul tetto.

La parte posteriore è rimasta praticamente invariata, salvo i gruppi ottici che evidenziano la tecnologia Led e il logo del modello posizionato ora a sinistra.

L’aspetto estetico è completato dall’introduzione dell’allestimento top di gamma GT Line anche in tinta Rosso Ultimate che si affianca ai livelli Access, Active e Allure.

Anche l’abitacolo non presenta cambiamenti rilevanti rispetto il modello uscente, solo il sistema multimediale è stato aggiornato con una connettività migliorata e uno schermo tattile da 7”, più reattivo, dotato della funzione Mirror Screen che consente di visualizzare sullo schermo il contenuto del proprio smartphone.

 

Le motorizzazioni, tutte Euro6, sono le stesse, almeno per quel che riguarda i propulsori a benzina, con il 1,2 litri PureTech da 82, 110 e 130 cv che dichiarano consumi tra i 4,4 e 4,9 litri 100/km.

Il motore Diesel 1,6 litri BlueHDI 100 S&S è ora disponibile con il cambio manuale a 5 rapporti per contenere il consumo a 3,5 litri 100/km con 90 g/km di emissioni CO2, oppure automatico a 6 rapporti. Le unità BlueHDi sono conformi alla norma Euro6 grazie all’esclusivo abbinamento del sistema SCR con il FAP® con additivo, la tecnologia più efficace del mercato. Quattro motorizzazioni sono «Best in Class» nel segmento, tra cui il motore PureTech 130 S&S.

 

La trazione anteriore si avvale sempre del sistema di motricità adattiva Grip Control che interagendo con il controllo di trazione ESP, consente di avanzare anche in situazioni di scarsa aderenza, non dimenticare però che non è una trazione integrale.

 

Nella 2008 Model Year 2016, la sicurezza di marcia è completata con l’Active City Brake, per una frenata automatica fino ad una velocità di 30 km/h, e il Park Assist, per le manovre di parcheggio automatiche, che ora dispone di una nuova telecamera posteriore.

[ Paolo Pauletta per motori360.it ]


CONDIVIDI
Articolo precedenteMOTODAYS: LA FESTA STA PER COMINCIARE!
Articolo successivoGuida al testamento: come e in quali forme farlo? Quali quote per gli eredi?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here