L’Agenzia delle Entrate,  a seguito delle messa disposizione di moduli ed istruzioni, ha diffuso anche le tecniche specifiche per trasmettere le dichiarazioni dei redditi 2016.

Dio seguioto si riporta la guida, punto per punto, sui tracciati per:

modello 730;

modello UNICO;

– modello IRAP;

– Consolidato nazionale e mondiale;

– studi di settore (tutti approvati con appositi provvedimenti del 15 febbraio scorso).

MODELLO 730/2016

Si tratta del file più corposo, contenente nell’allegato A i tracciati per la trasmissione telematica all’Amministrazione finanziaria da parte dei sostituti d’imposta, dei CAF, di professionisti ed intermediari abilitati, dei dati contenuti nel 730, e quelli per l’invio, da parte di CAF e professionisti abilitati, dei modelli 730-4 e 730-4 integrativo, con i risultati contabili.

L’allegato B, invece, reca le indicazioni tecniche per la trasmissione telematica dei modelli 730-4 e 730-4 integrativo, da parte di CAF e professionisti abilitati che comunicano i dati all’INPS, in qualità di sostituto d’imposta, attraverso relativi supporti informatici.

Nell’allegato C, infine, sono riportate le istruzioni utili allo svolgimento degli adempimenti previsti per l’assistenza fiscale da parte di sostituti d’imposta, professionisti abilitati e CAF.

Si ricorda che sono i Centri di assistenza Fiscale e gli intermediari i soggetti che ricevono dai sostituti d’imposta le buste contenenti la scheda per l’otto, cinque e due per mille dell’IRPEF e che devono provvedere a trasmettere i dati secondo specifiche tecniche, da approvare con un successivo provvedimento.

MODELLO UNICO/2016

I provvedimenti riguardanti UNICO SP (società di persone), UNICO SC (società di capitali) e UNICO ENC (enti non commerciali), risultano più semplici, contenendo soltanto l’allegato A, utile per trasmettere via telematica i dati contenuti in dichiarazione.

TI SERVE AIUTO? TI CONSIGLIAMO I SEGUENTI SOFTWARE:

. GB Software Dichiarativi 2016 Società di Persone

GB Software Dichiarativi 2016 Società di Capitali

GB Software Dichiarativi 2016 Persone Fisiche

Invece, i dati concernenti la dichiarazione annuale IVA contenuti in UNICO  vanno trasmessi usufruendo di specifiche tecniche riportare nell’allegato “A” del provvedimento di approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione dei dati della dichiarazione IVA 2016, approvate con un provvedimento dello scorso 25 gennaio.

CONSOLIDATO NAZIONALE E MODIALE

Anche il provvedimento che riguarda il Consolidato nazionale e mondiale contiene soltanto l’allegato A, che serve, come detto, alla trasmissione telematica dei dati contenuti nel modello per la dichiarazione dei soggetti ammessi alla dichiarazione di gruppo di imprese controllate residenti e dei soggetti ammessi alla determinazione dell’unica base imponibile per il gruppo di imprese non residenti.

Medesimo discorso si applica all’IRAP, per cui tutte le istruzioni per la trasmissione telematica dei dati contenuti nella dichiarazione relativa all’imposta regionale sulle attività produttive sono contenute nell’allegato A del provvedimento.

STUDI DI SETTORE

Le specifiche tecniche degli studi di settore sono invece contenute in 4 distinti allegati:

1) invio telematico dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore per esercenti attività d’impresa o arti e professioni che si occupano in prima persona della trasmissione o degli intermediari abilitati;

2) invio telematico dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione dei parametri da parte degli esercenti arti e professioni che si occupano direttamente della trasmissione o degli intermediari abilitati;

3) invio dati rilevanti ai fini dell’applicazione dei parametri da parte degli esercenti attività d’impresa che provvedono direttamente alla trasmissione o degli intermediari abilitati;

4) controlli tra UNICO 2016 e i modelli degli studi di settore.


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here