Di recentissima entrata in vigore è il cosiddetto Decreto Appropriatezza: la normativa che annuncia il taglio del ticket sanitario per 203 prestazioni mediche ed esami.

Entra, quindi, in vigore una vigorosa stretta sulle prescrizioni di visite e le 203 prestazioni menzionate per cui, in sostanza, è possibile fruire del ticket solo dietro specifica prescrizione medica. Contrariamente, prestazioni mediche ed esami dovranno essere interamente pagati dal cittadino.

LEGGI ANCHE: 730 precompilato: proroga per spese mediche. Scadenze e invio

Le stesse prescrizioni, inoltre, non potranno essere ottenute in maniera così facile in quanto vengono introdotte sanzioni piuttosto severe per i medici che prescrivono prestazioni valutate come non strettamente necessarie.

Nonostante le polemiche che il Decreto Appropriatezza ha innescato circa il pericolo di arrivare in tal modo a negare ai cittadini l’accesso a terapie ed esami necessari per la salvaguardia della propria salute, il Governo ribadisce come il decreto non leda in alcun modo il diritto alla salute, sostenendo come le prestazioni possano comunque essere coperte dal ticket quando vengono rispettati i parametri di erogabilità previsti.

VAI ALLO SPECIALE SU TICKET SANITARIO

DECRETO APPROPRIATEZZA: ADDIO AL TICKET PER QUALI PRESTAZIONI?

L’elenco delle 203 prestazioni sanitarie che vengono escluse dal ticket riguardano i seguenti ambiti:

1) esami di laboratorio;

2) dermatologia allergologica;

3) genetica;

4) odontoiatria;

5) medicina nucleare;

6) radiologia diagnostica.

Il decreto sancisce che per ogni prestazione che appartiene ai settori sopra menzionati, i parametri di erogabilità vanno accertati basandosi sullo stato personale e clinico del soggetto beneficiario oltre che sulle finalità diagnostiche, terapeutiche, prognostiche o di monitoraggio.

VAI ALLO SPECIALE SU SPESE MEDICHE

Ma vediamo nel dettaglio quali prestazioni sono escluse per alcuni ambiti specifici.

A) Esami di laboratorio e di genetica

L’elenco delle prestazioni di laboratorio (le analisi del sangue, delle urine e similari) tagliate fuori dalla tutela è piuttosto corposo. Le analisi concernenti il colesterolo e i trigliceridi, ad esempio, possono essere prescritte esclusivamente a chi ha più di 40 anni, e che abbia malattie cardiovascolari, fattori di rischio cardiovascolare o familiarità per malattie dismetaboliche, dislipidemia o eventi cardiovascolari precoci.

Le analisi che in questo ambito sono state ritenute dal Governo non necessarie sono 140. La prescrizione, in certi casi, può essere effettuata solo se sussiste un carcinoma da tenere sotto controllo, in altri invece se è presente una malattia epatica in corso o a scopo di trapianto.

Il minimo comune denominatore, al di là delle casistiche di volta in volta specifiche, è l’intenzione di rendere minime le prestazioni preventive, vigilando il paziente solo se già ammalato.

B) Prestazioni odontoiatriche

Per queste tipologie di prestazioni:

– estrazione di denti permanenti, decidui o di altri denti;

– interventi chirurgici ed asportazione di lesioni dentarie;

la prescrizione può essere fatta solo se sussistono condizioni di vulnerabilità sanitaria o sociale.

Per certi tipi di prestazioni odontoiatriche, come i trattamenti con apparecchi fissi e mobili, viene poi richiesto che l’indice di necessità del trattamento (indice IOTN), che è espresso in una scala da 1 a 5, dove 5 rivela la maggiore gravità delle condizioni del paziente, debba essere pari a 4/5. Questo comporta, quindi, che l’erogazione di queste prestazioni potrà avvenire solo in presenza di condizioni-limite.

C) Condizioni di vulnerabilità sanitaria e sociale

In riferimento alle condizioni di vulnerabilità sanitaria, esse risultano diverse a seconda delle varie patologie. La vulnerabilità sanitaria, in generale,  si riscontra laddove la cura è ritenuta assolutamente necessaria.

Le condizioni di vulnerabilità sociale, invece, sono costituite da situazioni di svantaggio di tipo economico, che di norma sono connesse al basso reddito o all’esclusione sociale e che di fatto ostacolano l’accesso alle cure a pagamento.

Spetta alle singoli Regioni individuare le condizioni di svantaggio economico che, nella maggioranza dei casi, dovrebbero basarsi sull’indice ISEE che appunto rileva lo stato economico del nucleo familiare anche in riferimento al patrimonio mobiliare ed immobiliare posseduto.

D) Prestazioni di radiologia diagnostica

Nell’ambito della radiologia, il Decreto Appropriatezza esclude dalla tutela:

– densitometria ossea;

– diverse tipologie di risonanza magnetica nucleare;

– diverse tipologie di tomografia computerizzata.

Queste tipologie di esami, fatta eccezione per la densitometria ossea, possono essere prescritte, per la gran parte delle ipotesi, solo se presenti patologia oncologica oppure sospetto oncologico.

In quest’ultimo caso (quello del sospetto) sarà ovviamente responsabilità dello stesso medico dover prescrivere lo specifico esame, rischiando però di incorrere nelle sanzioni economiche previste se dovesse risultare una prestazione “superflua”.

VAI AL TESTO DEL DECRETO APPROPRIATEZZA

La polizza infortuni:  novità contrattuali e giurisprudenziali

La polizza infortuni: novità contrattuali e giurisprudenziali

Paolo Mariotti • Antonio Serpetti Paolo Masini • Raffaella Caminiti, 2015, Maggioli Editore

L’opera, aggiornata alla recente giurisprudenza, esamina l’EVOLUZIONE CONTRATTUALE delle polizze infortuni commentando tutte le clausole che hanno esteso la garanzia assicurativa. Particolare attenzione è stata posta anche alle tabelle di sopravvalutazione, al rimborso spese mediche da...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


19 COMMENTI

  1. una vocina mi aveva detto che veniva declassato anche il Parkinson a malattia generale.E’vero?????????

  2. in tv si sente sempre parlare di prevenzione che e’ fondamentale per la nostra vita, ma chi se la puo’ permettere? I nostri politici ci hanno dato da credere che hanno cancellato solo gli esami inutili ma non e’ vero. Hanno cancellato tutti gli esami che fanno prevenzione e concessi solo a quelli gia’ malati e possibilmente con un piede nella fossa. Chi ci governa ha invece assicurazioni mediche gratuite che coprono e rimborsano ogni cosa,magari anche le cure estetiche! anni fa i medici di base scrivevano esami di ogni genere perche quello era l imput visto che si dovevano far decollare gli istituti privati. Oggi questi stessi istituti con tinuano ad andare a gonfie vele per tutti gli esami non mutuabili. e’ una vergogna!

  3. Ma se 203 prestazioni sono esenti dal ticket sanitario non dovrebbe essere positivo per le tasche dei contribuenti

  4. Ma il fatto che si è esenti dal ticket sanitario in 203 prestazioni come dice il titolo non dovrebbe essere positivo per le tasche dei cittadini

  5. Naturalmente tutto questo è SOLO per gli italiani, i migranti a loro tutto è gratuito e dovuto.
    Ma i nostri “signori” parlamentari, anche loro sono compresi o per loro le cure sono TUTTE gratuite? Come solito fanno le leggi e decidono per la nostra pelle senza avere la benchè minima cognizione di che cosa comportano oggi i costi delle cure, visto che loro hanno tutto gratis.
    A casa Governo Renzi, prima possibile.

  6. Ricordate quando era in lista Silvio Berlusconi come Presidente del Consiglio?
    Un mio amico,molto più anziano di me,
    ,mi consigliò di votarlo.
    Mi spiegò ;tra l’ altro,che se avessero abbassato e/o diminuito le tasse,il denaro occorrente al nostro Paese per le varie sue necessità,si sarebbe dovuto prelevare da altre fonti.
    Dai servizi destinati a tutti noi,ad esempio.
    Dalla scuola pubblica,dalla pubblica sanità, dai fondi economici destinati alla manutenzione dei parchi e del verde pubblico in generale.
    Che già dalla fine degli anni ottanta si fosse cominciato a privatizzare,non avevo dubbi;ne avevo la certezza istintiva,donatami dal pessimismo di famiglia.
    Comunque Berlusconi non l’ avrei votato ,anche senza certezze deprimenti,perchè trasmetteva pattume sulle sue reti.
    E poi abbiamo visto la Mediaset come agisce : la spazzatura gratis alle masse,di giorno;di notte film di pregio,restaurati da lei e in vendita minimo 14 € a dvd.
    Se puoi li guardi in tv ,oppure devi sperare di avere il tempo di andare in biblioteca e prenderli in prestito (e qui già devi svolgere un lavoro che ti permetta di avere tanto tempo libero,nonchè una certa cultura).
    Riguardo Renzi, non so,tanto per fare un esempio: avete letto “La fattoria degli animali “,di Orwell ?
    Ecco,io certa gente di sinistra l’ ho sempre immaginata come quei maiali.
    Inoltre,é sempre un fatto di stato sociale : Renzi appartiene al ceto alto,ha amici come lui,hanno tutti gli stessi interessi,in ogni senso.

  7. Ho cominciato ad avere malanni non invalidanti,ma comunque da curare e tenere sotto controllo,sin dall’ infanzia.
    Quando era vivo mio padre potevamo persino prenderci il lusso delle visite mediche presso vari specialisti; a pagamento ,per fare prima.
    Ora no;vengo seguita da due medici privati e obtorto collo: ho una patologia molto delicata il curare la quale in genere, presso il pubblico,viene demandato ai famigliari.
    Sempre a causa di questa affezione,e di altre,ho un’ invalidità e una cifra esigua la quale dovrebbe secondo lo Stato,permettermi un’ esistenza dignitosa e ,soprattutto ,indipendente.
    Invece vivo con mamma e mia sorella.Che lavora in nero e con un curriculum di venti fogli A4 ,una laurea 110 e lode,due specializzazioni e un’ altra in arrivo,qui non trova nulla e siccome non abbiamo denaro per mandarla all’ estero ,rimane a casa.
    Tengo a precisare che ha anche lei problemi di salute.
    Mia madre poi quando ha saputo questa bella novità della riforma sulle estorsioni (voi chiamateli ticket,se volete) non dico come é rimasta!!!!?
    Deve operarsi di tunnel carpale, dita a martello e cataratta.
    Non ha patologie cardiache gravi pregresse, le sue analisi sono ottime e il suo reddito (850 € mensili ) sembra essere alto dato che ha casa di proprietà;che infatti ci hanno regalato;non é che l’ abbiamo comprata noi,le figlie a forza di “questo,no” e i nostri genitori facendosi un mazzo tanto.
    Sino ad ora ,comunque,malgrado queste nostre ricchezze,ci hanno passato delle visite a titolo gratuito.
    Ma ora???

  8. questi tagli sono sempre fatti senza un criterio preciso senza capire stabilire l’importanza e la necessità per esempio mio figlio di giovane età che da anni non effettua esami sia di routine e ancora meno esami specialistici.
    Adesso che ha un serio problema della colonna vertebrale e lo specialista ha prescritto degli esami RMN tot gli è stato rifiutato la possibilità di farla.

  9. e poi renzi continua a riempirsi la bocca dicendo che ha diminuito le tasse!! ci vuole un coraggio a parte per dirlo!!

  10. Il mio medico di è rifiutato di farmi l’ impegnativa rossa per mio marito che da 10 anni cura il colesterolo r prende la pastiglia, perché lui ha paura di essere sanzionato . ma sto scemo non sa interpretare quanto c’è scritto sul decreto!!! Idem per mia madre non gli ha prescritto il controllo per sospetta epatite… Donna anziana con pregressa mastectomia per tumore. Ditemi voi. Sapete cosa cosa mi ha risposto? CAMBI MEDICO!!!!

  11. adriano un pensionato over:una volta all anno sono obligato a fare un controllo al sangue ldl hdl e trigliceridi perché la mia patologia è cronica,nonostante avere ottenuto l esenzione x motivi e01 e e30 mi sento dire dal mio medico di famiglia che devo pagare il tiket x fare esami del sangue x colesterolo. spero che gli venga un cancro a quella troia che ha passato questa legge ingiusta:non mi sento di essere più italiano dopo quaranta anni di lavoro e versato tutti i soldi x 40 anni mi sento dire che devo pagare ancora maaaaa……andate a cagare vergognatevi…dateci i vostri vitalizzi invece di rubare i soldi a chi ha lavorato sodo x 40 anni.

  12. è possibile che un operaio con un reddito inferiore ai 23000 euro debba pagare le risonanze magnetiche 66 euro a prestazione ? e una vergogna

  13. Di norma sono una persona a modo, corretta ecc ma quando il mio medico , oggi pomeriggio mi ha prescritto una serie di esami TOTALMENTE A PAGAMENTO, che mi servono x un piccolo intervento, bhè, dentro di me tutta la maleducazione che conosco mi ha assalito!!!! Spero che chi ha fatto queste leggi la paghi, li stritolerei con le mie mani e non sarebbe educato scrivere tutto quel che penso e che auguro loro!!!! Forse riuscirò a fare questo intervento ma se le cose, tardando, dovessero andar male, con chi me la prendo??? Che odio!!!!!

  14. ORAMAI SIAMO FRITTI. CHI HA FATTO QUESTA DECRETO NON SA MINIMANTECOME IL CITTADINO VIVE ALLE SOGLIE DELLA POVERTA O DEGLI INVALIDI A CUI VIENE NEGATO QUASI TUTTO,PER NON FARLO MORIRE PRIMA,PERO AGLI EXSTRA COMUNITARI GLI SIDA TUTTO E CON PRECEDENZA RISPETTO A NOI.COMUNWQUE O PRIMA O POI SI ARRIVERA ALLO SCONTRO SOCIALE COME LA RIVOLUZIONE FRANCESE.

  15. Buongiorno, qualcuno sa darmi un informazione?
    Sono titolare di partita Iva e nell’ultimo anno di riferimento il reddito è stato di 3300,00 euro. Nessun altro lavora in famiglia e con 3 figli a carico. Mi spetta l’esenzione?
    grazie

  16. NON C’ E’ MOLTO DA CAPIRE …DUE SONO LE COSE A CUI MIRANO , OBBLIGARCI A RICORRERE ALLA SANITA’ PRIVATA, E FARCI MORIRE PRIMA DEL TEMPO, RISOLVENDO DEFINITIVAMENTE ANCHE IL PROBLEMA PENSIONI!!!!!!!!APRITE GLI OCCHI !!! QUESTO PAESE E’ DA INCUBO!!!

  17. ho 3 esenzioni x diverse patologie. Oggi ho pagato praticamente tutti gli esami prescritti dallo specialista perchè il medico di base ha compillato la ricetta con l’appropriatezza ma mettendo sulla ricetta rossa che NON sono esente. Come ci orientiamo noi cittadini? Devo andare dallo specialista che mi prescrive gli esami che ritiene opportuni, ma il medico di base si rifiuta di metterli esenti. Ho pagato perfino il prelevo venoso, che dovrebbe essere esente nella A31, ad esempio.

  18. Sono d’accordo con Franco, e spero davvero che qualcuno risponda e chiarisca in merito a tutte le tipologie di esami. Nel mio caso nei giorni scorsi mi sono trovata nella situazione dove uno specialista mi prescrive (su classica carta bianca) una risonanza, ed il medico di base si rifiuta categoricamente di farmi impegnativa e mi invita a fare l’esame a pagamento. Oltretutto mi chiedo come sia possibile che due professionisti dìano due versioni diverse delle nuove leggi (il primo mi rassicurava che alla presentazione della sua prescrizione su carta bianca, il medico avrebbe certamente provveduto a preparare l’impegnativa).
    Grazie

  19. Sul decreto appropriatezza un comune cittadino ci capisce poco.Perchè non viene stesa una distinta esami ematochimici con a fianco il numero del mesi che devono trascorrere prima di poterlo ripetere?Esempio: Se il medico specialista mi scrive di ritornare la lui dopo 6 mesi con alcuni specifici esami, il mio medico di base non me li prescrive ? Cosa posso pensare e come mi devo comportare?
    grazie

SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome