Approda oggi in Consiglio dei Ministri il pacchetto di decreti della cosiddetta Riforma Madia.

VAI ALLO SPECIALE SU RIFORMA P.A.

RIFORMA P.A.: I DECRETI ATTESI

Verranno, infatti, discussi, in serata (il C.d.M è convocato per le ore 21) le partecipate pubbliche, la ridefinizione dei servizi locali, il nuovo Codice dell’amministrazione digitale, il decreto sulla trasparenza nella P.A, il Foia (Freedom of information Act), l’accorpamento della forestale e tutti gli altri provvedimenti attuativi della riforma della pubblica amministrazione.

LEGGI ANCHE: Il Freedom Information Act atteso nel CdM di domani  

GUARDA ANCHE: il video in cui Ernesto Belisario spiega cos’è davvero un Foia

I decreti che, infatti, dovrebbero essere certi ammonterebbero a 10, a cui verrebbe ad aggiungersi il cosiddetto “taglia leggi”, in attesa di incassare soltanto l’ultimo via libera. Non si esclude che possa inserirsi nel maxi pacchetto di decreti anche la sforbiciata prevista per gli enti considerati inutili.

Si tratta della prima ondata attuativa della riforma diventata legge a fine agosto. Dei suddetti decreti, infatti, si parla già da settembre, a cui seguiranno altre due tranche, la prima in calendario entro primavera (con anche l’atteso taglio delle prefetture e la Superscia) mentre la seconda in estate, con il Testo unico del pubblico impiego.

LEGGI ANCHE: Riforma PA: quali novità per i servizi pubblici locali?

P.A.: CONTO ALLA ROVESCIA PER LA CONVERSIONE AL DIGITALE

Alle pubbliche amministrazioni  viene dato meno di un anno di tempo per convertirsi definitivamente al digitale.

Tutto è pronto, infatti, affinché il decreto attuativo per la digitalizzazione delle amministrazioni statali, uno dei punti cardine della Riforma Madia, veda finalmente la luce.

Il testo, che come anticipato dovrebbe essere discusso questa sera in C.d.M., prevede il restyling di diverse parti del codice dell’amministrazione digitale allo scopo di facilitare e dunque semplificare la transizione verso la tanto attesa pubblica amministrazione 2.0.

Il decreto, ad oggi, si compone di 58 articoli che andranno a rivedere molti settori dell’amministrazione pubblica.

DIGITALIZZAZIONE P.A.: QUANDO ENTRERANNO IN VIGORE LE NUOVE REGOLE?

Dal 1° luglio 2016 entreranno ufficialmente in vigore le nuove regole attinenti la digitalizzazione della pubblica amministrazione.

La riforma Madia del procedimento amministrativo

La riforma Madia del procedimento amministrativo

Tiziano Tessaro - Stefania Piovesan, 2015, Maggioli Editore

La legge n. 124/2015 si pone nel solco di una decisa accelerazione delle riforme, con l’intenzione in particolare di operare uno svecchiamento della pubblica amministrazione.Diverse le metodologie usate e le sfaccettature della riforma, stante l’eterogeneità delle materie...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


1 COOMENTO

  1. ma chi si devono rivolgere quei dipendenti pubblici onesti che hanno a cuore il buon funzionamento che segnalano tempestivamente ai propri superiori competenti disfunzioni e/o fanno richieste di materiali e/o interventi essenziali per garantire i servizi agli utenti e non ricevono alcun riscontro e nessuno li ascolta?

SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome