I Ministeri dell’Economia e della Funzione pubblica al Miur hanno dato ufficialmente via libera al bando del maxi concorso scuola.

VAI ALLO SPECIALE SU CONCORSO SCUOLA 2016

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha così incassato l’autorizzazione definitiva, da parte dei Ministeri dell’Economia e della Funzione pubblica, a bandire l’attesissima selezione per le cattedre riservate ai docenti abilitati, relativamente al triennio 2016-2018.


EMANAZIONE DEL BANDO: QUANDO?

Tra pochi giorni, entro massimo la metà di gennaio, infatti, pare che finalmente tutto sarà pianificato e pronto per l’uscita del bando in quanto verrà firmato il decreto sulle prove d’esame.

POSTI DISPONIBILI

Per il triennio 2016-2018 il concorso mette in palio 63.712 cattedre di cui:

– 52.828 posti comuni (con circa 16.300 posti riservati alla scuola superiore);

– 5.766 posti al sostegno;

– 5.118 posti riservati al nuovo organico del potenziamento (introdotto dall’ultima riforma Renzi-Giannini).

PROVE E SELEZIONE: QUANDO?

In merito alle prove e al relativo iter di selezione, i tempi di avvio previsti sembra che arriveranno in primavera.

IMMISSIONI IN RUOLO: QUANDO?

Quanto, poi, alle prime immissioni in ruolo, queste ultime dovrebbero partire entro il mese di settembre 2016, compatibilmente con l’inizio del nuovo anno scolastico.

BANDI

Con grande probabilità i bandi del concorso scuola che usciranno a primavera saranno 3:

1) bando per scuola dell’infanzia e primaria;

2) bando per scuola secondaria di I e II grado;

3) bando per il sostegno.

PROVE

Preselezione. In base alla più recente delle ipotesi diffuse, si dovrebbe prevedere la cancellazione delle prove di preselezione anche per infanzia e primaria, in maniera analoga a quanto stabilito per i posti riservati alle scuole medie e superiori.

Prova scritta. Si partirebbe, in tal modo, direttamente con la prova scritta informatizzata, che dovrebbe comporsi di una serie di quesiti, sia a risposta chiusa che aperta.

Prova pratica. Seguirà, poi, la prova pratica per alcune classi di concorso (ad esempio, la prova di laboratorio).

Prova orale. Infine, ci sarà la prova orale che consisterà in una lezione simulata.

Le domande. Sono attese più di 200mila domande, ed ogni aspirante, se in possesso dei necessari requisiti, avrà la possibilità di concorrere per più classi.

LEGGI ANCHE: Concorso Scuola: dimezzati i posti di sostegno. Tutto sulle prove

DOCENTI PRECARI

Impegno del Miur per il prossimo triennio, oltre al maxi concorso scuola, è anche quello che vedrà la stabilizzazione di ulteriori 30mila insegnanti precari, abilitati iscritti nelle Gae (Graduatorie ad Esaurimento), per un ammontare complessivo di immissioni in ruolo che conterà più di 93mila docenti.


CONDIVIDI
Articolo precedentePeugeot 108 scopre il suo X Factor
Articolo successivoTokyo Auto Salon: tris per Suzuki

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here