Nella letteratura classica erano le Colonne d’Ercole, limite estremo del mondo conosciuto, a rappresentare il punto di non ritorno per gli esploratori. Oggi, nel segmento delle city car, le moderne Colonne d’Ercole sono costituite dalla somma di 10.000 euro: soglia entro la quale deve attestarsi il prezzo d’attacco di un’utilitaria che ambisca a numeri di vendita rilevanti; specie sul mercato italiano. Ma cosa è possibile acquistare con tale somma?

Il piatto piange? Nessuna chance di stringere tra le mani il volante d’una vettura dignitosa? Nulla di tutto questo. Certo i modelli entry level dei marchi premium – Audi, BMW e Mercedes-Benz – vedono i listini partire da cifre nettamente superiori, ma contenere la spesa entro i 10.000 euro non significa necessariamente viaggiare a bordo d’una scatola con le ruote. Ecco le migliori utilitarie con un prezzo d’attacco sotto “quota 10.000”.

GUARDA ANCHE: 


GALLERY – Le auto che vedremo nel 2016

da: msn.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteAgenzia Entrate: stanchi delle code allo sportello? Cambia tutto con nuova App
Articolo successivoRevisioni auto, ecco il perché dell’aumento tariffario

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here