La funzione che consente di accertare la regolarità contributiva delle imprese di autotrasporto iscritte all’Albo è attiva. Lo comunica una nota pubblicata ieri sul sito stesso.

I committenti potranno quindi verificare la regolarità dei vettori ai quali hanno intenzione di affidare servizi di trasporto, per quanto concerne l’adempimento degli obblighi retributivi, previdenziali e assicurativi. Le informazioni sono disponibili  sul portale dell’automobilista, dopo la registrazione al sito seguendo le modalità descritte nel manuale diffuso dal Ministero dei Trasporti.

La verifica, eseguita prima della stipula del contratto di trasporto, esonera i committenti dall’essere obbligati in solido con il vettore a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi,  contributi previdenziali e premi assicurativi agli enti competenti (dovuti limitatamente alle prestazioni ricevute nel corso della durata del contratto di trasporto). La verifica sostituisce la richiesta del DURC.


La regolarità dell’impresa di autotrasporto, in questa prima fase, è data dalla regolarità della propria posizione con riferimento all’iscrizione all’Albo, alla Camera di Commercio, al REN (ove richiesto), alla regolarità contributiva per come attestato in via telematica da INPS e INAIL.

Eventuali problematiche possono essere segnalate al numero verde 800 232323800 232323 o all’indirizzo mail assistenza.albo@mit.gov.it.

da: trasporti-italia.com

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteLamborghini «Esperienza» e «Accademia»: corsi di guida su pista e neve
Articolo successivoMaserati gamma del prodotto MY 2016

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here