Con la Direttiva n. 2006/22/CE del 15 marzo 2006 – che è stata recepita nel nostro ordinamento con il Decreto Legislativo 4 agosto 2008, n. 144 – sono state stabilite le nuove norme minime per l’applicazione dei Regolamenti (CE) n. 561/2006 e (CEE) n. 3821/1985 [abrogato dal Regolamento (UE) n. 165/2014 che, fatte salve le misure transitorie di cui all’art. 46, ha effetto a decorrere dal 2 marzo 2016] in materia di controlli ai conducenti, alle imprese e ai veicoli.
Il citato decreto nazionale di attuazione «disciplina i controlli sui conducenti, le imprese e i veicoli di tutte le categorie di trasporto che rientrano nel campo di applicazione del Regolamento (CEE) n. 3821/85 del Consiglio, del 20 dicembre 1985, relativo all’apparecchio di controllo nel settore dei trasporti su strada, e del Regolamento (CE) n. 561/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 marzo 2006, relativo all’armonizzazione di alcune disposizioni in materia sociale nel settore dei trasporti su strada e che modifica i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 3821/85 e (CE) n. 2135/98 e abroga e sostituisce il regolamento (CEE) n. 3820/85 del Consiglio, del 20 dicembre 1985» (art. 1)…

>LEGGI L’ARTICOLO


Una utile guida per il seguito dei controlli alle imprese dopo quello dei conducenti su strada. (ASAPS)


CONDIVIDI
Articolo precedentePolizze RC Auto on-line: un automobilista su tre sceglie la soluzione informatica
Articolo successivoPrealpi Master Show 2015 vince Trentin-De Marco

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here