Per ora è ancora sotto il nome di “Progetto 949” ma è sempre più vicino alla realtà.
Il nuovo modello Alfa Romeo sarà un SUV e darà il taglio decisivo alla casa per l’entrata nell’Olimpo delle auto premium (quelle di una certa importanza, per capirci).
Il marchio del biscione vuole tornare a competere in pieno contro la triade tedesca Audi, BMW, Mercedes e vuole farlo senza dover essere seconda a nessuno.
Per onorare pienamente la rinascita dello storico marchio milanese è necessario fare le cose con calma, precisione e sicurezza: d’altronde, 5 miliardi d’investimento per l’elaborazione di un’intera nuova gamma , non sono molti. Ecco perché Marchionne ha voluto posticipare il completamento di tutto il piano Alfa di due anni. Adesso l’obiettivo dell’operazione rilancio è previsto per il 2018.
La Giulia QV (da poco ri-presentata al Salone di Los Angeles) si presenta come un vero è proprio benchmark nella categoria, e per il futuro SUV, che, ricordiamo, verrà presentato al Salone di Ginevra a marzo, Alfa ha altrettante ambizioni.

Finora abbiamo visto girare un muletto dalle sembianze di una 500L ma che di quest’ultima ha ben poco: infatti, i più attenti avranno sicuramente notato la dimensione “esagerata” dei freni ed il doppio terminale di scarico.
Il nuovo SUV, come già per la Giulia, monterà il diesel 2.2 multijet (ci sono indiscrezioni inerenti ad una potenza di 180 CV, differentemente dalla berlina di Segmento D che si posizionerebbe con 150 CV) e sarà costruita utilizzando il pianale Giorgio, appositamente creato per la nuova gamma Alfa Romeo, adatto ad ospitare trazioni posteriori e integrali.

Nuovi rumors sono apparsi tra le varie pagine di Facebook: a quanto pare, fonti all’interno dell’azienda asseriscono che i fari anteriori del nuovo modello Alfa “per espresso volere del brand saranno full-led come quelli delle principali concorrenti”. Come dire: il fuoco, si combatte col… fuoco! da: motorionline.com


CONDIVIDI
Articolo precedenteEICMA fa bene al mercato
Articolo successivoAuto e viaggi, tutte le telecamere che ti multano

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here