La tanto plaudita equiparazione tra liberi professionisti e PMI per l’accesso ai fondi strutturali europei FER e FESR rischia di non vedere mai luce.

LEGGI ANCHE: Liberi professionisti come PMI: accedere ai fondi europei da oggi si può

La norma, infatti, inserita nella legge di Stabilità 2016 e già approvata dalla Commissione bilancio del Senato, rischia di finire accantonata se l’emendamento proposto da Alessia Rotta del PD per abrogare il comma 474 dell’Atto Camera 3444 che aveva finalmente risolto la questione sulla possibilità, anche per i liberi professionisti, di poter accedere ai finanziamenti europei, incasserà parere positivo.


Dubbi sulla norma che equipara PMI e professionisti erano stati sollevati anche dai tecnici del Ministero dello Sviluppo Economico all’indomani dell’approvazione da parte dei senatori. “La norma – si apprende dal parere – a livello nazionale appare pericolosa soprattutto per i molteplici interventi che presuppongono una nozione civilistica di impresa”.

Con la previsione dell’equiparazione per l’accesso ai fondi strutturali europei, quindi, secondo i tecnici del MISE si correrebbe il rischio, innescando dubbi interpretativi, di relativi contenziosi.

Dal fronte opposto, non si è fatta attendere la risposta dell’Adepp, l’associazione delle casse di previdenza private comprensiva anche della cassa dei Geometri e INARCASSA. Sul sito dell’Adepp si legge infatti: “Non si ritiene ammissibile che, dopo una lunga battaglia per istituzionalizzare il riconoscimento dell’effettiva equiparazione dei professionisti alle piccole e medie imprese, avvenuto da tempo in sede europea e recentemente nel tavolo di confronto con il Ministero dello Sviluppo Economico si debba assistere al tentativo di discriminare un soggetto economico che contribuisce per oltre il 10%  al Pil del nostro Paese”.

Contro l’emendamento che esclude dalla legge di Stabilità 2016 la possibilità di accedere ai fondi strutturali europei per i liberi professionisti si schierano anche alcuni esponenti dello stesso PD tra cui il senatore Sergio Lo Giudice di ReteDEM che ha spiegato come “L’approvazione di quel comma impedirebbe l’accesso ai fondi strutturali europei a quelle partite IVA che di fatto rappresentano la sfida lavorativa di tante e tanti giovani italiani”.

Guida ai Fondi Strutturali Europei 2014-2020

Guida ai Fondi Strutturali Europei 2014-2020

Mauro Cappello, 2015, Maggioli Editore

La seconda edizione di “Guida ai fondi strutturali europei 2014-2020” arriva nelle librerie italiane, in coincidenza temporale con la concreta attuazione della relativa programmazione comunitaria.Con l’adozione dell’Accordo di Partenariato, di numerosi Programmi Operativi...




CONDIVIDI
Articolo precedenteRally del Piemonte, bella vittoria di Bianchi e Ghietti su Mitsubishi
Articolo successivoISIS, inneggiamento sul Web: come un post può diventare reato penale

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here