Il tema della sicurezza sta a cuore a tutti noi, per una questione di responsabilità e prima ancora perché come motociclisti siamo utenti deboli della strada. Le statistiche dicono che il numero di incidenti, feriti e vittime fra motociclisti e scooteristi sta diminuendo ma meno rispetto a quanto avviene fra gli automobilisti. I motocicli soffrono in maggior misura le carenze delle infrastrutture per quanto riguarda la cattiva manutenzione delle strade e soprattutto la presenza di barriere e guard rail pericolosi. Ma altri importanti aiuti possono arrivare dal miglioramento dell’abbigliamento, e lo sviluppo dei sistemi air-bag è in questo senso determinante così come lo è stata la diffusione del paraschiena, mentre la tecnologia può aiutare nell’implementazione dei sistemi di sicurezza sui veicoli e l’introduzione del nuovo Codice della Strada può attualizzare e regolamentare meglio il norme, e anche gli investimenti, in favore della sicurezza di tutti gli utenti e contro i cattivi comportamenti.

Della situazione attuale, statistiche e casistiche alla mano, e dei miglioramenti che arriveranno e che si possono incrementare ne hanno discusso in questo dibattito Federica Deledda, vice questore aggiunto della Polizia Stradale, Cristiano Silei, amministratore delegato del Gruppo Dainese, e Giordano Biserni, presidente dell’ASAPS, ovvero l’associazione sostenitori e amici della Polizia Stradale. Modera il dibattito Nico Cereghini.


fonte: moto.it


CONDIVIDI
Articolo precedenteBonus 500 euro ai giovani: come funziona e cosa si può acquistare
Articolo successivoViabilità Italia: operativo il piano neve 2015-2016

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here