Mentre prima il pagamento dei ticket per visite specialistiche, esami e farmaci veniva fatto sulla base di un’autocertificazione o mediante l’attestazione della fascia di reddito da parte del medico, ora, invece, sarà automatica la comparizione della fascia di reddito, grazie alle informazioni fornite dall’Inps e dal Ministero delle Finanze.

Ma quali categorie di cittadini sono esentate dal pagamento del ticket sanitario?

1) Malattie croniche: alcune di esse (l’elenco completo è pubblicato sul sito del Ministero della Sanità) danno diritto all’esenzione dal ticket. In tal caso, l’esenzione deve essere richiesta all’Azienda Sanitaria Locale di residenza, dietro la presentazione di un certificato medico attestante la sussistenza della malattia.


2) Malattie rare: sono erogate in esenzione, secondo quanto previsto dalla legge, tutte le prestazioni per la prevenzione, il monitoraggio e il trattamento degli ulteriori aggravamenti, estendendo l’esenzione anche alle indagini che sono destinate ad accertare le malattie rare.

3) Diagnosi precoce tumori: l’esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria è diretta alla diagnosi precoce dei tumori, nello specifico del collo dell’utero, della mammella e del colon-retto.

4) Invalidità: in tal caso, il diritto all’esenzione viene garantito ad alcune o a tutte le prestazioni specialistiche. Il grado di invalidità viene accertato dalla Commissione medica della Azienda sanitaria locale di residenza dell’assistito che risulta competente.

5) Gravidanza: le donne in stato di gravidanza hanno diritto ad alcune prestazioni specialistiche e diagnostiche gratuite, che sono considerate utili alla tutela della salute delle gestanti e dei nascituri.

6) Reddito: l’esenzione dal ticket si applica anche a determinate condizioni sociali, associate a specifiche situazioni reddituali.

In quest’ultimo caso, non devono pagare il ticket sanitario:

6 a) disoccupati e familiari a carico: avendo un reddito del nucleo familiare più basso di 8.263,31 euro, che sale a 11.362,05 euro nel caso di coniuge a carico, aggiungendo ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico;

6b) titolari di pensione sociale o percettori di assegno sociale e familiari a carico;

6 c) titolari di pensione minima con età superiore a 60 anni e familiari a carico, che sono membri di un nucleo familiare che ha un reddito complessivo non superiore a 8.263,31 euro, elevato a 11.362,05 euro se vi è il coniuge a carico, più altri 516,46 euro per ogni figlio a carico;

6 d) i cittadini che hanno meno di 6 anni e quelli che superano i 65, a condizione che facciano parte di un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a  36.151,98 euro annui.

Con il termine “nucleo familiare” si fa riferimento al nucleo che rileva ai fini fiscali e non anagrafici, e che è pertanto rappresentato, oltre che dal diretto interessato, dal coniuge non legalmente separato e dagli altri familiari a carico. Per “familiari a carico” si intendono i familiari che hanno un reddito annuale inferiore a 2.840 euro. I soggetti conviventi che risultano tuttavia fiscalmente autonomi costituiscono un diverso nucleo familiare ai fini fiscali.

A livello regionale, nel corso del 2011, sono progressivamente entrate in vigore le nuove modalità di verifica delle esenzioni per reddito. L’autocertificazione non potrà più essere compilata all’atto della fruizione della prestazione specialistica o, in farmacia, non si potrà più siglare la ricetta al momento della consegna dei farmaci.

Grazie al passaggio alla ricetta elettronica, infatti, il codice della fascia economica certificata, che risulta dalla banca dati delle Entrate e dell’Inps, riportato dal medico proscrittore, sarà automaticamente presente nella ricetta.

LEGGI ANCHE: Ricetta medica solo online: l’evoluzione del servizio sanitario

Per coloro i quali ritengono di soddisfare i requisiti ai fini dell’esenzione, o viceversa che ritengono che la rispettiva fascia economica non sia esatta, si delinea la possibilità di presentare un’autocertificazione presso la propria Azienda USL e qui ritirare il certificato nominativo di esenzione.

In alternativa, la fascia economica di appartenenza può essere rilevata sia tramite la determinazione del reddito complessivo del proprio nucleo familiare fiscale, che attraverso l’attestazione ISEE.

Manuale critico di sanità pubblica

Manuale critico di sanità pubblica

Francesco Calamo-Specchia, 2015, Maggioli Editore

Qual è il contesto complessivo in cui si inquadrano i problemi della Sa- nità pubblica? Quali sono questi problemi, e a quali situazioni ritrovabili in quel contesto è possibile collegarli? Come si può agire per risolverli? Quali azioni generali e più...




CONDIVIDI
Articolo precedenteAudi: nuovi programmi di elettrificazione “mild hybrid”
Articolo successivoIntestazione temporanea dei veicoli: sanzioni ed eccezioni per la mancata annotazione

11 COMMENTI

  1. Salve, sono al secondo mese di gravidanza, non ho reddito, non sono a carico del compagno perché non sposati, ho letto che c’ è questa esenzione… è per tutti o serve ISEE? Qualcuno può rispondere? Hi visto che tanti hanno scritto ma a quanto pare nessuna risposta.

    Tanto per capire come funziona in Italia… Anche se tutti lo sappiamo… Grazie.

  2. Salve, mio padre ha 62 anni ed è esodato. Non può fare dichiarazione dei redditi perché non recupera nulla non avendo il sostituito d’imposta. Può rientrare in qualche categoria di esenzione?

  3. Salve, mio figlio ( 19 anni e disoccupato) è passato dallo stato di famiglia della mia ex al mio stato di famiglia come figlio a carico, io ho un esenzione E-02 come disoccupato e sapevo che tutti i membri del mio nucleo familiare hanno diritto a questa esenzione ma sta di fatto che ieri l’ASL non me la riconosciuta dicendomi che mio figlio non può avere la E-02 perché prima in precedenza non era non mio stato di famiglia ed a mio carico… E possibile questa cosa? mi hanno riconosciuto solo l’esenzione di basso reddito ora come può essere che io capo del nucleo familiare abbia la E-02 e mio figlio a mio carico fiscale no?

  4. SALVE VOGLIO FARE UNA DOMANDA IO LAVORO 52 GIORNI AL ANNO UN REDDITTO DI 5000 EURO DUE FIGLI MINORI E MOGLIE VOGLIO SAPERE SE HO DIRITTO AL ESENZIONE E02 SONO ISCRITTO AL CENTRO PER L IMPIEGO IL LAVORO CHE FACCIO E LA RACCOLTA OLIVE VOGLIO NOTIZIE CHIARE E CERTE SE HO DIRITTO O NO

  5. Mia figlia ha un isee 1.477,72 e un ise 3.014,56 – ha due bimbi inferiori a 3 anni può fare domanda di esenzione alla ASL – Questa mattina mi hanno detto che siccome non riescono ancora a vedere l’isee che è stato fatto da 15 giorni la sua fascia è quella che va da 0 a 36.000… e’ giusto quello che mi hanno detto.
    Grazie per la risposta

  6. LAVORO UN’ORA AL GIORNO, REDDITO ANNUALE LORDO 2015 E’ DI € 2.090,00
    HO DIRITTO ALL’ESENZIONE DEL TICKET?
    GRAZIE

  7. io ancora non ho capito se ho diritto all’esenzione. lavoro 2 ore al giorno percepisco circa 4.000 euro annui e ho 2 figli disoccupati a carico, qualcuno sa dirmi qualcosa in merito?

  8. Come al solito in Italia e la repubblica delle banane, queste fascie di reddito sono ridicole x poche centinaia di euro si favoriscono redditi milionari si vergognino chi studia queste leggi, poi magari non vedono che mafiosi,camorristi e deliquenti di ogni specie e razza di cui non ce traccia di reddito ma sono in possesso di patrimoni milionari e beni viene concesso anche il ticket sanitario, incredibile ma vero, politici,amministratori,dirigenti ministeriali siete la rovina dell’italia, vergognatevi.

  9. d) i cittadini che hanno meno di 6 anni e quelli che superano i 65, a condizione che facciano parte di un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro annui.
    Gentilmente vorrei sapere se per reddito si intende lordo o al netto.
    Nella mia attestazione isee indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) è il seguente
    Euro 23.341,90
    Indicatore Situazione Economica (ISE) Euro 47.617,49
    Qualè quello giusto, L’ ASL mi dice che non mi aspetta è vero grazie

  10. Devo fare degli esami periodici del’ antigenecarboidratico 15-3(ca15-3) come mai non sono piu esente del tichet ?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here