Dall’alto dei suoi 15 titoli mondiali vinti, la Casa del Double Chevron lascia l’impegno diretto nel WTCC per preparare al meglio la sua partecipazione al Campionato del Mondo Rally 2017

 

Negli ultimi ventidue anni, dal 1993 al 2015, Citroën ha conquistato 5 titoli mondiali nel rally raid, 8 nel WRC e 2 nel WTCC e l’impegno continua spinto da un DNA sportivo oramai connaturato nel marchio francese.

L’impegno nei rallyes


Secondo la strategia definita da Carlos Tavares, Presidente del Direttorio di PSA Peugeot Citroën, il Marchio si concentrerà nel 2016 sulla preparazione al Campionato del Mondo FIA Rally 2017 una scelta dettata soprattutto da una visione futura visto l’importante cambiamento dei regolamenti tecnici operato dalla FIA a partire proprio dalla stagione 2017. Citroën resterà comunque nel WTCC tramite un team «satellite».

Tornando ai Rallyes, va ricordato che le auto utilizzate dal 2011 saranno sostituite dalle World Rally Cars 2017, più grandi e potenti e dotate di vistose appendici aerodinamiche che sicuramente offriranno un’immagine più aggressiva ed «impressiva» rispetto a quelle che termineranno il loro ciclo vitale nel 2016; potremmo definirlo un ritorno al passato, alle spettacolari gruppo B degli anni ‘80 del secolo scorso ma con la tecnologia e la maggiore sicurezza di oggi.

Questa importante modifica al regolamento permetterà a Citroën Racing di ripartire ad armi pari con i suoi avversari, dopo un 2016 dedicato allo sviluppo del nuovo modello.

 

Linda Jackson, Direttore del marchio Citroën ricorda che “Con otto titoli mondiali e un numero record di 94 vittorie, Citroën vanta un palmares senza uguali nel WRC. Il rally è uno sport affascinante, che valorizza la performance, l’affidabilità e la robustezza delle auto e degli uomini, immersi in paesaggi grandiosi. Questa disciplina sta appassionando sempre più, grazie alla diffusione delle riprese televisive in diretta e all’avvento della Cina nel calendario 2016. Nel 2017 il nostro impegno sarà caratterizzato dal debutto di una nuova generazione di auto, molto interessanti. Ci saranno quindi tutti gli elementi per scrivere un nuovo capitolo della nostra storia.   Con questa eredità la sfida sarà ambiziosa, ma la affronteremo con umiltà, scandendo man mano gli obiettivi, fino ad arrivare in alto” ed Yves Matton, Direttore di Citroën Racing, aggiunge che “Non abbiamo mai nascosto il nostro interesse per il regolamento WRC 2017 e tutto il team è estremamente motivato da questa nuova sfida”, Apprezziamo la libertà accordata per rendere le auto più spettacolari, ma anche la possibilità di riutilizzare le migliorie apportate al motore della Citroën C-Elysée WTCC. Nell’ottica di ottimizzare efficacemente le nostre risorse, abbiamo deciso di concentrarci sulla progettazione e lo sviluppo della nostra nuova World Rally Car. Questo è il motivo per cui Citroën non parteciperà ufficialmente al Campionato del Mondo Rally 2016. Naturalmente non abbandoneremo completamente il WRC, con l’organizzazione del FIA Junior WRC e con il programma WRC2 destinato a Quentin Gilbert, Campione JWRC di quest’anno”.

La partecipazione «indiretta» al WTCC 2016

 

Nella prossima stagione tuttavia Citroën Racing non resterà comunque lontana dai circuiti poiché il team Citroën Total schiererà due Citroën C-Elysée WTCC che saranno affidate ai piloti che hanno conquistato sei degli ultimi titoli mondiali della disciplina: l’argentino José María López e il francese Yvan Muller. “Sempre nell’ottica di ottimizzare le nostre risorse, difenderemo i nostri titoli con due auto ufficiali”, prosegue Yves Matton “Con l’avvento di un nuovo costruttore ambizioso ci aspettiamo una concorrenza ancora più agguerrita.

Pechito e Yvan hanno l’abitudine di lavorare insieme, con il successo del team come obiettivo principale. L’anno prossimo dovranno essere ancora più uniti, per permettere a Citroën di concludere il programma con successo. Altre Citroën C-Elysée WTCC, affidate a piloti privati, potranno essere schierate dal team Sébastien Loeb Racing”.

I due anni passati sono stati senza dubbio i più belli della mia carriera. Sono quindi felice di proseguire questa avventura con Citroën Racing nel 2016”, ha dichiarato Pechito LópezContinueremo quindi a lavorare tutti insieme, per fare sì che Citroën C-Elysée WTCC rimanga un punto di riferimento della disciplina, con l’obiettivo di conservare i nostri

titoli!

Sono orgoglioso di aver partecipato alla costruzione del miglior team attuale del FIA WTCC, e di essere stato scelto per continuare a difendere i colori Citroën” aggiunge Yvan MullerDobbiamo adattarci al nuovo assetto del team, ma possiamo contare sul suo talento e sulla sua esperienza per conservare il livello di eccellenza.

Sébastien Loeb passa ai Rally-Raid

 

Il «cannibale», nove volte Campione del Mondo Rally con Citroën, Sébastien Loeb – uno dei piloti più eclettici della storia dello sport automobilistico – passa da Citroen Racing a Peugeot Sport, rimanendo quindi nell’ambito del Gruppo, e assieme al suo fedele copilota Daniel Elena, affronterà i Rally-raid ed in particolare la prossima Dakar.

Per me significa voltare pagina, ma oggi voglio sottolineare la soddisfazione di aver partecipato ai successi di Citroën nel WRC e nel WTCC”, ha dichiarato Loeb “Al di là dei numeri e dei record abbiamo vissuto una magnifica esperienza umana. Si fatica a credere che la maggior parte dei membri di questo team eccezionale c’erano già quindici anni fa! La loro sete di vittoria e la motivazione senza limiti mi mancheranno, ma non sarò molto lontano… Resto comunque nel gruppo PSA Peugeot Citroën per affrontare una nuova sfida.

Negli ultimi quindici anni Sébastien Loeb e Citroën hanno scritto insieme una storia assolutamente incredibile, un’epopea che resterà nella storia dello sport motoristico. Lo ringraziamo per le vittorie, i titoli e i record, che hanno contribuito al rinnovamento del Marchio e alla sua immagine a livello internazionale” sottolinea Linda JacksonSébastien parte ora per una nuova avventura, con un altro marchio del Gruppo, a cui auguriamo un grande successo sin dal prossimo Dakar”.

A sua volta Maxime Picat, Direttore Generale di Peugeot ha dichiarato “Sono felice che Sébastien Loeb entri a far parte di Peugeot Sport. Il suo talento di pilota in tutte le discipline, abbinato ai risultati dell’équipe di Peugeot Sport, aprono belle prospettive all’esperienza sportiva del nostro Marchio. Oltre al suo curriculum, Sébastien Loeb porta valori che entusiasmano gli appassionati dello sport e delle automobili. Siamo pronti a scommettere che farà loro condividere nuove sensazioni al volante della nostra vettura”.

[ Redazione Motori360 ]


CONDIVIDI
Articolo precedentePensioni: come e quando si può andare in pensione prima
Articolo successivoPensioni: quale trattamento ai superstiti

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here