Dopo lo spettacolo “a sorpresa” offerto dal circus in quel di Sochi, la Formula 1 fa tappa nelle Americhe per una trasferta transoceanica che inaugura il gran finale di stagione. Con i giochi per il titolo ormai quasi del tutto delineati e Hamilton in procinto di chiudere matematicamente la partita già ad Austin, l’attenzione si sposta sui successi di parziali e sulla lotta tra Vettel e Rosberg per un secondo posto mai così in bilico. Ad aumentare le incertezze, poi, il meteo che si preannuncia inclemente per tutto il fine settimana del Gran Premio degli Stati Uniti. Un motivo in più per seguire e commentare live con www.FormulaPassion.it tutte le sessioni del quartultimo appuntamento del mondiale 2015…

USA

17.57 – Nel frattempo gli organizzatori del Gran Premio hanno deciso di aprire i cancelli dell’autodromo e le tribune si stanno lentamente popolando, nonostante inizialmente l’apertura fosse schedulata per le 19 italiane. Su Twitter, l’account ufficiale del circuito ha però avvertito i tifosi del fatto che la situazione meteo potrebbe peggiorare ulteriormente.

17.55 – Cinque minuti alla fine, tutti fermi ai box. Viste le condizioni meteo sembrerebbe che la terza sessione di prove libere del weekend si avvicini alla bandiera a scacchi senza ulteriori scossoni di classifica.

17.50 – Tantissima acqua in pista, con il solo Verstappen che adesso rema tra le pieghe del tracciato di Austin. Strano come la Direzione Gara non abbia deciso di interrompere la sessione, analogamente a quanto fatto in passato. Comunque bisogna dire che nessuno dei piloti si è lamentato, segnalando invece un discreto grip in grazie alle Full Wet Pirelli: forse, per lo spettacolo, è di gran lunga meglio così…

17.45 – Un quarto d’ora al termine con Sainz, Kvyat e Perez che adesso provano a tastare le condizioni dell’asfalto. Al contrario di quanto visto fino a qualche minuto fa, è scomparso il binario di pista un po’ meno bagnata e le condizioni al momento appaiono davvero proibitive.

17.42 – Pioggia battente e un gran vento stanno avvolgendo il Circuit of the Americas. L’unico temerario è Nico Hulkenberg, che sta letteralmente dragando il fiume d’acqua presente sulla carreggiata.

17.40 – Se le PL3 dovessero finire così e se al contempo le qualfiche dovessero essere annullate, Hamilton partirebbe in pole position, seguito da Nico Hulkenberg, Valtteri Bottas e Carlos Sainz. Vettel, secondo, sarebbe retrocesso in dodicesima posizione per via dell’utilizzo della quinta power unit stagionale. Raikkonen sarebbe addirittura diciassettesimo, essendo al momento accreditato della settima prestazione.

17.38 – In pista sono presenti soltanto Rosberg e Hulkenberg, ma entrambi procedono lentissimi per cercare di raggiungere quanto prima i box.

17.35 – Le condizioni sono ufficialmente peggiorate, tanto che tutti i piloti sono adesso rientrati ai box. Sono bastati i due problemi per Vettel, e l’aquaplaning sofferto anche da Perez in curva 18 per far capire a tutti che al momento la pista è piuttosto pericolosa.

17.33 – Adesso sembra che abbia ripreso a diluviare. Bandiere gialle, con Vettel protagonista di due testacoda in pochi metri: prima il tedesco è andato in slide in curva 18, facendo un po’ di rally nelle vie di fuga in erba; poi, Seb si è girato in uscita da curva 9, percorrendo un centinaio di metri in retromarcia per togliersi dalla traiettoria…

17.31 – Hamilton si porta in testa con un tempo stratosferico, alla luce di quelli visti fin qui! 1:59.517 per Lewis, primo a scendere sotto il muro dei due minuti!

United States Grand Prix, Austin 22 - 25 October 2015

17.28 – Sta per tornare in pista Sebastian Vettel, ma con gomme Full Wet già usate nel corso del weekend. Dunque il muretto della Ferrari vuole preservarsi nell’eventualità in cui alle 20 italiane possano davvero andare in scena le qualifiche.

17.26 – Come previsto dagli ingegneri della Williams, la pista sta effettivamente garantendo una “finestra” di miglioramento. Vettel conduce con un decimo abbondante su Hulkenberg e Bottas. Poi Raikkonen, Ricciardo, Sainz, Rosberg, Kvyat, Massa e Hamilton.

17.24 – Gran giro per Hulkenberg, che si porta a un decimo da Vettel conquistando la seconda posizione provvisoria, oltre che la potenziale pole position – qualora la qualifica non si dovesse svolgere regolarmente – vista la penalizzazione di dieci posizioni per la Rossa del quattro volte campione del mondo.

17.23 – Ancora protagonista Pastorone Nostro, abilissimo nel controllare la vettura in sovrasterzo uscendo da curva 19. Molto spettacolare, ma probabilmente poco efficace.

17.21 – Grandi difficoltà per Ericsson e Maldonado, che non riescono a restare in strada a causa delle condizioni proibitive. Problemi soprattutto nelle curve in contropendenza, come la curva 3 o la lunghissima curva 16-17-18, attraversate da pericolosi rivoli d’acqua.

17.19 – Qui intanto le immagini del “bacio” che Nico Rosberg ha dato qualche minuto fa sulle barriere. Nel frattempo Daniel Ricciardo viene avvisato dal muretto: “Stai attento perché nel primo settore la situazione sembra peggiorare“. Non sono dello stesso avviso gli ingegneri della Williams che avvertono Massa di quanto “questa sia la finestra migliore per girare! Spingi Felipe!

17.16 – Non lo abbiamo detto, dandolo forse per scontato: al momento tutti quanti girano con le Full Wet. Impossibile anche solo ipotizzare l’utilizzo di una mescola diversa…

17.15 – Poco prima di rendersi protagonista di quel lungo in curva 3, Kimi era riuscito ad accorciare il gap da Vettel, portandosi a quattro decimi dal compagno di squadra. Adesso la pista, anche a causa del gran traffico in pista, sta di nuovo migliorando: Hulkenberg sale al terzo posto scavalcando Bottas e Hamilton.

17.14 – Le condizioni della pista sembra stiano peggiorando. Errorini per Raikkonen, costretto a tagliare le curve in successione nel primo settore, ma anche per Verstappen e Perez. Infatti, al momento, nessuno sta più migliorando…

17.13 – Seb sta letteralmente volando in queste condizioni! 2:00.380 per il ferrarista, che rifila un secondo e sette decimi a Kimi Raikkonen, appena installatosi alle sue spalle.

United States Grand Prix, Austin 22 - 25 October 2015

17.11 – Vettel! 2:01.441 per il quattro volte iridato! Molto bene anche Fernando Alonso, salito al quinto posto!

23.10.2015- free practice 1, Sebastian Vettel (GER) Scuderia Ferrari SF15-T

17.08 – Come se fosse una qualifica, tutti in pista a spingere al massimo: Hamilton si prende la prima posizione con il tempo di 2:02.561, seguito subito da Bottas, Vettel e Kvyat. Rosberg, invece, è tornato ai box per cambiare l’ala anteriore dopo il bacetto alle barriere esterne a curva 4.

United States Grand Prix, Austin 22 - 25 October 2015

17.06 – Kvyat si porta davanti a tutti con il crono di 2:04.442. Nel drattempo Nico Rosberg è finito fuori pista danneggiando il suo alettone anteriore. Gran traffico in pista dato che è atteso un peggioramento delle condizioni nei prossimi minuti.

United States Grand Prix, Austin 22 - 25 October 2015

17.052:12.758, primo giro cronometrato per Daniel Ricciardo, al momento in testa alla lista dei tempi.

United States Grand Prix, Austin 22 - 25 October 2015

17.03 – Si alza tanta acqua dal passaggio delle monoposto, ma le condizioni non sono proibitive. Da segnalare come le monoposto siano ben più alte rispetto al solito.

17.00Nel frattempo, non sono arrivate comunicazioni ufficiali circa eventuali ritardi e, infatti… la sessione è iniziata! Semaforo verde in fondo alla pit-lane e Daniel Ricciardo che è il primo a scendere in pista con gomme da bagnato estremo.

16.58 – Matteo Bonciani, responsabile della comunicazione Fia, ancora intervistato dalla troupe di Sky Sport F1: “Sembra che la situazione sia migliore rispetto a quella che ci aspettavamo. Rispetto a ieri non c’è l’allerta per quanto riguarda i fulmini, e quindi i marshal sono regolarmente al loro posto. Chiaramente dovremo attendere per capire cosa accadrà“.

16.55 – Anche Felipe Massa, ai microfoni Sky di Mara Sangiorgio è poco convinto della possibilità di scendere in pista a breve: “Non credo che gireremo, al momento c’è troppa acqua. Comunque è certo che se andremo in macchina sarà praticamente come una qualifica…

16.52 – Le notizie fino a qualche minuto fa prevedevano la possibilità che i piloti girassero in PL3 e che i risultati della sessione, in caso di mancato svolgimento delle qualifiche, sarebbero valsi per stabilire la griglia di partenza. Tutto questo fino a qualche minuto fa quando, come vi abbiamo riportato, la pioggia ha ripreso a scendere inondando nuovamente la pista…

16.48 – Al momento sul Circuit of the Americas c’è una pioggia battente, oltre a un gran vento. Difficile che si possa iniziare a girare tra pochi minuti. Tra l’altro ricordiamo che fino alle 12 ora locale (19 in Italia) le tribune sono state chiuse al pubblico.

 

16.45 – Buon pomeriggio a tutti voi, cari FormulapPassionati! Il programma odierno dovrebbe prevedere, sulla carta, la luce verde in fondo alla pit-lane tra poco meno di un quarto d’ora. Ovviamente dovremo vedere se il meteo sarà inclemente un po’ come accaduto ieri sera… In ogni caso vi terremo costantemente aggiornati circa le condizioni atmosferiche in quel di Austin, nell’attesa di sapere qualcosa dalla Direzione gara.

Sauber Meteo Austin 2015 sabato 9.30


CONDIVIDI
Articolo precedenteFord Mustang, otto versioni modificate invadono il SEMA 2015 di Las Vegas
Articolo successivoRenault Talisman parte forte: anche la Sporter alla sua anteprima in pubblico

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here