Si avvicina il tanto atteso concorso per dirigenti scolastici. Annunciato già entro il mese di dicembre 2014 e più volte rimandato, una prima volta ad aprile 2015 e successivamente  all’autunno, il concorso dovrebbe finalmente essere bandito entro il prossimo mese di novembre.

La notizia troverebbe fondamento nelle ultime indiscrezioni pubblicate dal sito di OrizzonteScuola.it riguardanti alcune anticipazioni su posti, prove ad aventi diritto a partecipare al bando. Da quanto appreso si potrebbe trattare di circa 600 posti, ma chi sarà effettivamente ammesso al prossimo concorso?

Al riguardo, leggi anche:     Corso-concorso per Dirigente scolastico: come partecipare


Stando alle informazioni diffuse sul portale OrizzonteScuola pare che a lavori conclusi, la commissione appositamente istituita dal Miur allo scopo di perfezionare il bando, avrebbe messo a disposizione tra i 400 e i 600 posti da assegnare con il prossimo concorso per dirigenti scolastici.

In merito, invece, alle procedure volte a selezionare i candidati, sembra già in cantiere una prova preselettiva limitata, però, a quei casi in cui i partecipanti dovessero superare di almeno cinque volte il numero dei posti disponibili a concorso.

Nessuna conferma arriva sull’ipotesi, già ampiamente diffusa nei mesi scorsi, di un concorso aperto a tutti i docenti di ruolo, prescindendo dunque dall’anzianità di servizio. Una simile prospettiva, per essere verificata e nel caso confermata, dovrà comunque attendere la pubblicazione del bando da parte del ministero.

Nonostante gli insistenti  annunci sulla stabilizzazione messa in atto dal Governo con la legge n. 107/2015, conosciuta come Buona Scuola, e restando in attesa del bando di concorso per dirigenti scolastici, gli incarichi con cui è iniziato l’anno scolastico 2015/2016 rimangono contrassegnati dalla provvisorietà.

Per  le migliaia di docenti precari stabilizzati, infatti, risultano ancora migliaia gli incarichi provvisori che riguardano proprio i vertici dell’istituzione scolastica, appunto i dirigenti scolastici. Secondo le stime fatte dai sindacati CISL Scuola, UIL Scuola, FLCGIL e SNALS CONFSAL, gli incarichi provvisori ancora conferiti per l’anno scolastico 2015/2016 raggiungerebbero quota 2000.

Uno scenario dunque che arreca non pochi danni al buon funzionamento degli istituti scolastici e che l’atteso concorso per dirigenti, si spera, possa risolvere a breve, nonostante l’intenzione (sempre se dovesse rimanere tale) di assegnare comunque 600 posti a fronte di una carenza che è invece di 2000.


CONDIVIDI
Articolo precedenteBando Uffici Giudiziari 2015: 1.071 posti a tempo indeterminato in tutta Italia
Articolo successivoBonus mobili 2016: perché non si può trasferire agli eredi

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here