Sono ripartiti questa mattina gli equipaggi del 3. Rally di Roma Capitale per gli otto tratti cronometrati della prima tappa, nella zona di Fiuggi.

Nella storica prova di Cave, Paolo Andreucci si impone da subito sugli avversari. Secondo tempo in prova per Basso seguito dal romagnolo Campedelli. Nella prova successiva, la prova più corta di questa edizione, ancora Paolo e la Peugeot 208 T16 segnano il miglior tempo davanti alla Skoda Fabia R5 di Scandola e alla Ford Fiesta R5 ldi di Basso. Quarto Nicola Caldani con la Citroen DS3 R5. Mentre Simone Campedelli insieme a Danilo Fappani escono di strada con la Peugeot 208 R5. La Prova, viene sospesa per l’intralcio della vettura al passaggio dei concorrenti andando quindi in trasferimento.
Sulla “Monte Livata”, la prova più lunga della Tappa 1, foratura all’anteriore destra per Paolo Andreucci che gli fa perdere 1’12.2. In questa prova è Scandola a realizzare il miglior tempo seguito da Basso e Caldani. Quarto tempo in prova per il savonese Fabrizio Andolfi con la Ford Fiesta R5.

Dopo aver disputato il primo giro di prove, dunque, la situazione generale in classifica vede al comando il trevigiano Giandomenico Basso con 1.6 di vantaggio su Umberto Scandola e Paolo Andreucci a 1’05.2.Quarto il pilota di Camaiore Nicola Caldani, seguito dal giovane italo svizzero Stefano Baccega con la Ford Fiesta R5.


Dopo la notizia di ieri del ritiro di Alessandro Perico questa mattina non è ripartito il molisano Giuseppe Testa a causa di problemi di trasmissione alla Mitsubishi Lancer Evo N4.


CONDIVIDI
Articolo precedenteSalone di Francoforte 2015: le prove statiche
Articolo successivoLa violazione del contraddittorio endoprocedimentale

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here