Debutta sulle nuove 225xe e 330e la nuova tecnologia di propulsione elettrica

Si chiama eDrive ed è la tecnologia di elettrificazione della catena cinematica con cui BMW ha dotato le nuova 225xe e 330e. “Una tecnologia”, spiegano alla casamadre “che include modernissimi componenti di sistemi ibridi plug-in e che apporta un contributo fondamentale alla riduzione del consumo di carburante e delle emissioni”.
Si tratta in sostanza del sistema di propulsione di tutte le vetture elettriche e dei modelli ibridi plug-in del marchio bavarese. Oltre all’efficienza e alle caratteristiche adatte all’uso giornaliero, eDrive soddisfa anche il principale criterio tipico di un’automobile BMW, cioè di dinamica di guida e di qualità. Insieme alla tecnologia BMW TwinPower Turbo dei motori endotermici, al lightweight design integrato e all’aerodinamica ottimizzata, esso costituisce uno dei componenti più importanti della strategia BMW EfficientDynamics che persegue l’obiettivo d’incremento della potenza e di contemporanea riduzione del consumo di carburante e delle emissioni di CO2.

BMW eDrive offre inoltre la possibilità di guidare in città nella modalità esclusivamente elettrica, dunque localmente a emissioni zero, ma di percorrere anche delle lunghe distanze utilizzando l’interazione dei due propulsori.
I componenti principali della tecnologia eDrive sono il motore elettrico sincrono con l’elettronica di potenza sviluppata da BMW, la batteria agli ioni di litio ad alta tensione e la gestione energetica intelligente che nei modelli ibridi plug-in ottimizza l’interazione tra il motore elettrico e il motore endotermico in base alla situazione di guida momentanea.


Sviluppata originariamente per la BMW i3 ad azionamento interamente elettrico e per la sportiva ibrida plug-in BMW i8, che sono state i precursori della mobilità elettrica nel segmento premium, l’architettura modulare della tecnologia BMW eDrive offre le premesse ottimali per l’utilizzo nei differenti concetti e segmenti automobilistici. A questo scopo, nello sviluppo degli ultimi modelli BMW, eDrive BMW fa uso di numerose esperienze tecniche raccolte insieme ai clienti. Nell’adattare i componenti di ogni singola vettura, come le cellule delle batterie, la gestione del sistema di raffreddamento, l’elettronica di potenza e la strategia di esercizio, è stato effettuato un transfer di sapere dai modelli BMW i3 e BMW i8 ai nuovi modelli BMW eDrive.
I singoli componenti vengono tarati con la massima precisione alla vettura in base alla performance, all’efficienza, alla sicurezza e alla durata di vita. Inoltre, la tecnologia BMW eDrive permette di realizzare un efficiente sistema xDrive elettrificato, come è stato montato per la prima volta nella BMW i8.

La tecnologia BMW eDrive comprende essenzialmente il motore elettrico, la batteria ad alta tensione agli ioni di litio e l’elettronica di potenza. Sulla base della strategia comune eBoost, tutti i modelli ibridi plug-in di BMW offrono, combinando i due sistemi di propulsione, un’erogazione di potenza lineare, incrementando così nuovamente la rapidità di risposta della tecnologia BMW TwinPower Turbo.
I componenti eDrive sviluppati da BMW i sono integrabili in tempi brevissimi in ulteriori Serie dei core-brand. L’architettura scalabile è la prerogativa per offrire le vetture ibride plug-in a prezzi attraenti, comparabili a quelli di varianti di potenza simile equipaggiate con sistema di propulsione comparabile. I clienti che optano a favore del moderno concetto di trazione possono trarre profitto non solo dai vantaggi ecologici offerti dalla mobilità elettrica ma anche economici.

Analogamente alla BMW i8, premendo il pulsante della modalità MAX eDRIVE anche la BMW X5 xDrive40e, la BMW 330e e la BMW 740e avanzano nell’esercizio esclusivamente elettrico fino alla velocità di 120 km/h, la BMW 225xe fino a 125 km/h. Nella modalità MAX eDRIVE l’avviamento del motore endotermico avviene solo quando il guidatore esegue un kick down. Nella modalità SAVE BATTERY lo stato di carica della batteria ad alta tensione viene conservato costante per una successiva guida elettrica. Quando lo stato di carica è inferiore al 50 per cento, l’accumulatore viene caricato durante la guida.
Nel momento in cui il guidatore sposta il selettore di marcia nella griglia S, viene acceso il motore a combustione interna, indipendentemente dalla modalità momentaneamente attiva, così da mettere permanentemente a disposizione la massima potenza di entrambi i propulsori. Inoltre, lo stato di carica della batteria ad alta tensione viene elevato all’80 per cento.
Rispetto alle vetture ad alimentazione tradizionale, la varietà di carattere offerta dalle modalità di guida ECO PRO, COMFORT e SPORT viene ulteriormente accentuata dalle funzioni eDrive.
Grazie alle soluzioni di carica di BMW 360° ELECTRIC, le batterie ad alta tensione dei nuovi modelli ibridi plug-in di BMW sono caricaribili in modo particolarmente semplice, comodo e veloce sia a casa che in viaggio. La carica avviene alla normale presa di corrente attraverso il cavo di carica standard, consegnato insieme alla vettura oppure attraverso la BMW i Wallbox dalla potenza di carica di 3,7 kW. Per la carica in viaggio il servizio di mobilità di BMW i ChargeNow offre la più grande rete di carica pubblica con oltre 30.000 colonnine di carica di partner in 22 paesi.

fonte: repubblica.it


CONDIVIDI
Articolo precedentePeugeot 308 Racing Cup, aspettando la pista…
Articolo successivoNervosi e stonati, ecco i genitori in auto visti dai figli

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here