ristrutturazioni-edilizie-ecobonus

Erano stati approvati in Conferenza unificata il 18 dicembre scorso e ora sono stati pubblicati in versione ufficialemodelli unici semplificati per gli interventi di edilizia libera: la comunicazione di inizio lavori (CIL) e la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA).

I Comuni ora hanno due mesi di tempo per adeguare i propri formulari con i nuovi Modelli Unici Semplificati. Sempre in attuazione dell’Agenda per la semplificazione per il triennio 2015-2017, in tema di modulistica mancano il modello per l’autorizzazione unica ambientale, per la SuperDIA e le “istruzioni per l’uso” dei moduli in edilizia.

Il nuovo modulo CILA (PDFRTF editabile), che unifica e razionalizza quelli in uso negli 8.000 comuni Italiani e d’attuazione alle semplificazioni del decreto Sblocca Italia, va utilizzato in caso di interventi edilizi di manutenzione straordinaria che non riguardano le parti strutturali degli edifici, compresi l’apertura di porte e lo spostamento di pareti interne, gli accorpamenti e i frazionamenti.
Il cittadino, quindi, che volesse fare interventi di questo tipo dovrà inviare una semplice comunicazione che può essere compilata in pochi minuti dall’interessato e asseverata da un professionista.


Il modello CIL (PDFRTF editabilepotrà  essere utilizzato per alcuni interventi particolari come ad esempio le opere temporanee, l’installazione di pannelli solari o fotovoltaici e la pavimentazione degli spazi esterni degli edifici.


CONDIVIDI
Articolo precedenteOre contate per chi getta mozziconi di sigaretta e gomme da masticare per strada
Articolo successivoRiforma PA, quante novità per il pubblico impiego: concorsi, provvedimenti disciplinari, segretari comunali

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here