Il Miur ha diramato alcuni importanti chiarimenti sulle graduatorie degli insegnanti per il triennio che va dal 2014 al 2016. Il tutto è contenuto nella nota inviata in questi giorni agli uffici scolastici regionali e agli ambiti territoriali provinciali.

Si tratta di un intervento molto atteso, quando manca ormai un mese al via dell’anno scolastico 2014/2015 e le immissioni in ruolo sono il prossimo tassello richiesto al Ministero.

Del resto, anche il governo ha in mente piani ambiziosi già per questo settembre: secondo le prime stime, le nuove stabilizzazioni di docenti nella scuola pubblica dovrebbero essere già 32mila, per metà pescate proprio dalle maledette graduatorie che sono costate a tanti aspiranti insegnanti anni di purgatorio in attesa del posto fisso.

Quel che è certo, è che 4mila posti si libereranno senz’altro: con la conferma della pensione per i Quota 96, infatti, sarà questa la cifra di insegnanti che potrà lasciare la cattedra cno l’agognato assegno pensionistico assicurato, dopo lo strafalcione della riforma Fornero.

Qui lo speciale assunzioni nella scuola
Vai al testo della nota sulle prossime assunzioni in graduatoria


CONDIVIDI
Articolo precedenteO.P.G. e pena: qual è la differenza ora?
Articolo successivoRiforma PA, voto di fiducia. Così sarà la pensione dei Quota 96

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here