Oggi inizia una due giorni decisiva per le dichiarazioni dei redditi, sia dei lavoratori dipendenti, che delle partite Iva. Lunedì 7 luglio – e martedì 8 – sono infatti due date segnate da tempo nelle agende di commercialisti e sostituti d’imposta.

Doppia la scadenza, dunque, nel comparto fiscale: esattamente a metà dell’anno solare, infatti, finisce il termine per due adempimenti necessari nella successione contributiva di soggetti e persone fisiche

  • oggi, infatti, scade la proroga per il versamento dell’acconto relativo a Unico 2013
  • domani è il giorno conclusivo per la presentazione del 730 per via telematica

Cerchiamo di mettere un po’ di ordine per capire chi sono i soggetti coinvolti negli obblighi che arrivano al termine quest’oggi, e soprattutto quali invii e “compiti” vengono richiesti a professionisti e semplici contribuenti, avvalendoci delle indicazioni diramate in merito dall’Agenzia delle Entrate.

La scadenza dei versamenti – Unico 2014

Chi. Persone Fisiche non titolari di partita  Iva che partecipano – ai sensi degli artt. 5, 115 e 116 del TUIR – a società, associazioni e imprese interessate dagli studi di settore, tenute ad effettuare i versamenti dei tributi risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali (modello 730/2014 o UNICO PF 2014).

Che cosa. Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell’Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2013 e di primo acconto per l’anno 2014, senza alcuna maggiorazione. Versamento cedolare secca, dell’acconto dìimposta del 20%, dell’imposta sostitutiva delle plusvalenze e del contributo di slidarietà.

Come. Modello F24 con modalità telematiche per i titolari di partita Iva, ovvero, modello F24 presso Banche, Agenzie Postali, Agenti della riscossione o con modalità telematiche, per i non titolari di partita Iva, utilizzando gli appositi codici tributo.

La scadenza dell’invio – Martedì 8

Chi. Centri di assistenza fiscale (CAF) e professionisti abilitati

Che cosa. Trasmissione in via telematica all’Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni elaborate, dei relativi prospetti di liquidazione nonché delle buste contenenti le schede relative alla scelta dell’otto e del cinque per mille (ossia,modelli 730 unitamente alle buste chiuse contenenti il mod. 730-1)

Come. Invio telematico

Per ulteriori approfondimenti, la guida alla compilazione

Speciale Unico 2014

Speciale modello 730

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome