Non c’è solo la Tasi a turbare il sogni – e ad alleggerire i portafogli – dei contribuenti italiani. La tassa sulla casa, infatti, costituisce solo una faccia della Iuc, l’imposta unica comunale introdotta con l’ultima legge di stabilità. L’altro lato, allora, è rappresentato dalla quasi gemella Tari, che in molti Comuni arriverà lunedì accompagnata al tributo sulle abitazioni.

Entro l’inizio della prossima settimana, allora, non ci sarà solo l’incombenza della Tasi: in qualcuno dei duemila Comuni che hanno deliberato l’aliquota della tassa che sostituisce l’Imu, potrebbero arrivare entrambe le componenti della Iuc, per una vera e propria stangata fiscale di inizio estate. QUI L’ELENCO DEI COMUNI DOVE SI PAGHERA’ LA TASI

Le scadenze della Tari


Secondo quanto disposto dalla legge di stabilità 2014, infatti, i Comuni avranno la facoltà di riscuotere il tributo in due rate, partendo proprio dalla fatidica data del 16 giugno, oppure in un’unica soluzione entro fine anno. Così, in molte località, la prossima settimana, potrebbe abbattersi il ciclone Iuc nel massimo della sua potenza: la combinazione Tari + Tasi finirebbe per mettere in ginocchio molte famiglie.

Chi deve pagare la Tari

Essendo la tassa che colpisce chi produce rifiuti, e il cui gettito andrà destinato allo smaltimento, a essere soggetti al pagamento della Tari saranno proprietari, inquilini di residenze private, così come i titolari di imprese commerciali o industriali. Previsto un aggravio per i negozi, i ristoranti o i locali notturni.

Come si calcola la Tari

Un po’ come avvenuto con la Tasi, che ha preso il posto dell’Imu, la Tari viene a sostituire, da una parte la Tares e, dall’altra, dove fosse ancora presente la vecchia Tia. Quest’ultima era ancora basata sul concetto di tariffa, che andava misurata sui rifiuti prodotti, mentre la Tares, che era stata introdotta dalle riforme del governo di Mario Monti, calcola il coefficiente di produzione dei rifiuti in base alla metratura dell’immobile di residenza. La Tari riprende strettamente quest’ultima impostazione, con l’esclusione delle aree circostanti la residenza, come i giardini.

Le aliquote. C’è, anche per la Tari, il rebus dell’aliquota, un po’ come avvenuto con la Tasi. I Comuni hanno ampio margine, in questo caso, soprattutto in riferimento ai valori catastali degli immobili sottoposti a tassazione. Saranno recuperate le dichiarazioni sui metri calpestabili rese in relazione alla Tares, e, dunque, per i contribuenti, almeno in questo caso, non ci dovrebbe essere il rischio di calcoli impossibili presso i Caf.

Come si paga la Tari

Anche per il saldo, la Tari si differenzia nettamente dalla propria controparte relativa al possesso o all’utilizzo degli immobili. In questo caso, infatti, come avveniva per la Tares, arriverà direttamente a casa dei contribuenti un bollettino con il dovuto da versare e, in caso di disguidi, rimarrà valido il solito modello F24.

Vai allo speciale Iuc


CONDIVIDI
Articolo precedenteInformazione e comunicazione nella PA: dagli Urp alla legge Bassanini
Articolo successivoEnrico Berlinguer, trent’anni fa la morte. L’ultimo comizio

44 COMMENTI

  1. Le superficie non producono rifiuti bensi’ gli individui e tutti non producono le stesse quantità. Se ne deduce che la tassa è direttamente proporzionale ai consumi. Poiché la tassa madre sui consumi è I.V.A. perché non legare questa tassa alla I.V.A con altro codice tributo e poi ripartirla ai Comuni? Vantaggi 8.000 uffici tari eliminati eliminato tutto il fardello burocratico ai cittadini e la tassa sarebbe più equa. Oggi si paga per smaltire: oli, amianto, rifiuti industriali, sfabricidi. ecc

  2. Un’abitazione a disposizione con una unica particella e due sub p.t.e 1′ piano appartenente ai coniugi in comunione di beni e utilizzata per 3 mesi l’anno è tenuta a pagare una sola volta la quota variabile tari o tante volte quanto sono i sub che compongono l’immobile anche se in assenza per uno dei due sub di contratti di forniture luce acqua gas?

  3. Ho un negozio di fiori è possibile che fino al 2012 cod.1T80 per sup.occ. 37,0pagavo 276,00 e con il cod.0434 per sup.occu. 675.00 e poi nel 2013 si parte da 2.37300 correlata dai vari accise fino a 2.503.00

  4. Sono un pensionato residente in Canada da quando avevo 16 anni mi e stata lasciata da mio padre una casetta di 50 mq. nella provincia di Cosenza ritorno in Italia ogni 2 anni per vacanza per 2 certe volte per 3 settimane ho spiegato al sindaco del paese che nemmeno quando torno produco rifiuti perche vado a mangiare nei ristoranti mi hanno messo una tassa 196 euro allanno che con il nostro valore basso del dollaro equivale $294 questa e una tassa ingiusta per un pensionato che ha dovuto emigrare per lavoro senza nessuno aiuto dal governo Canadese con tanto di passaporto certificati medici clean criminal record .Quando torno mi sento preso per il !!!!!!!!! quando sento dire che gli emigrati senza passaporto dalla Somalia costano 4o euro al giorno senza fare niente a passegio per la Sila io ho lavorato dal secondo giorno appena arrivato.Vorrei sapere se ci sta qualche legge per almeno un disconto per i pensionati emigrati all estero come me Thank You

  5. Vivo nel comune di Sperone Avellino- ho a carico mia moglie più quattro nipoti con la madre-essendo disoccupati sia mis
    a figlia che il marito .Vivo im una casa di 105 mq come mai il comune michiede una tassa sui rifiuti di 480 euro anno. avendo yn reddito di 23000 euroed avendo un nucleo familiare di sette persone con un solo reddito

  6. ho una seconda casa disabitata da anni a causa della morte della mia unica figlia. E ‘una bella casa di 100 metri quadrati ad antignano, una delle zone piu’ belle di livorno. Luce gas e acqua sono praticamente inutilizzate. La tassa sui rifiuti e’di 1270,33 eu, rifiuti che forse puo’consumare il fantasma di mia figlia. Troverei onesta la dicitura tassa di proprieta’, dato che, per quanto mi riguarda, il camion della spazzatura puo’restarsene al deposito. Al diavolo l’ipocrisia!

  7. Scrivo a nome di mia madre per una proprietà lasciata in eredità presso il comune di Paola (CS) dai miei nonni ai loro 9 figli, tra cui mia mamma, che essendo la + anziana ha intestata la bolletta della spazzatura, ex TARES ed ora TARI. Visto che il comune in questione non ha introdotto la TASI, pensate che mia madre debba pagare l’IMU come singolo soggetto e la TARI (ex TARES) come intestataria delle bollette? Ma secondo voi non dovrebbe essere il comune a provvedere all’inoltro dei vari bollettini ai contribuenti, corredati da documentazione chiara sui calcoli applicati? Perché una 95enne, ormai senza capacità di intendere e volere, deve avere questo macigno sulle proprie spalle, che ovviamente ricade sui figli? Nella casa in questione mia madre è da 20 anni che non ci va, quindi risulta praticamente disabitata, ma il comune di Paola ci ha chiesto un pagamento di 542 euro per la TARES del 2013, e chissà quanto ci chiederà per il 2014!!! Mentre per l’IMU soggettiva non abbiamo ricevuto nessuna notizia in merito al saldo 2014, acconto versato regolarmente a giugno dello stesso anno. Che caos……..

  8. Siamo 3 sorelle proprietarie di una casa al mare di 45 mq ognuna con il suo nucleo familiare , in tutto 9 persone . Come si calcola la tari ? paga un solo nucleo familiare o tutti e 3 ? e se ne paga 1 quale? visto che sono composti da 4+1+4 .

  9. vorrei sapere se la tari oltre ai metri quadri viene calcolata anche sul nucleo famigliare
    grazie

  10. Ho una seconda casa di 45 mq a Fiuggi . Sono vedova e vivo sola e vado a Fiuggi circa venti giorni l’anno. Tari che mi viene chiesta 210 EURO!!!! UNA VERGOGNA visto che già di IMU pago 800 EURO!!!!
    Quando finiranno questi furti legalizzati ai nostri danni ???

  11. 38 anni di età sposato con un figlio posso dire che vivere in questo paese mi da disgusto.

    TASI e TARI? Pagatele voi, noi vendiamo casa e ci trasferiamo in Spagna dove si può VIVERE.

    Purtroppo la situazione non può che peggiorare. Il destino di questo Paese è il fallimento.

    Giuseppe.

  12. Come possibile che si debba pagare in base ai mq, questo è assurdo. L’immondizia bisogna farla pagare in base al nucleo familiare e al reddito non ai mq di una casa. Mettiamo ipotesi che una famiglia di 8 persone che butta immondizia sempre di 8 persone e lavorano tutti vive in una casa di 80 mq pagano poco e invece una famiglia di 3 o 4 persone che vive in una casa di 200 mq paga tanto e magari devono vivere con uno stipendio. RIDICOLO E ASSURDO!!!!!! Basta vedere il numero di persone e il reddito questo è la maniera corretta.

  13. Buongiorno ho un’appartamento in cui non è residente nessuno, ho persino slacciato la fornitura di energia elettrica.
    Nello stesso non vengono assolutamente prodotti rifiuti.
    Mi dicono che se lascio i mobili all’interno devo cmq pagare la TARI mi sembra un’assurdità.

    Vi ringrazio e Vi saluto

    Gabriele Serafini

  14. non sono in comunione di beni con mia moglie, sposato da 28 anni.
    possiedo un appartamento al secondo piano abitato con nucleo famigliare di 4 persone incluso mia moglie e ho pagato di tari 238 € (su mq 133,60)
    mia moglie possiede una casa (133,60 mq) e ha pagato 238 € . cosa che comunque credo sia errata poichè la metratura della mia casa è di 112,00 mq quindi credo che sia errata anche il pagamento che ho dovuto fare per casa mia.
    (comunque la casa di mia moglie è disabitato però ammobiliato a suo tempo era abitato da mio padre scomparso nel 1997), le vengono conteggiati al pagamento tari :
    l’immobile come seconda casa e un nucleo famigliare di quattro persone lo stesso mio nucleo famigliare. praticamente come se io e mia moglie con tutta la famiglia abitasse contemporaneamente nello stesso appartamento, assurdo. (c’è da premettere che i due immobili distano circa 200 m l’uno dall’altro)
    a mio giudizio credo che sia giusto che mia moglie paghi la tari in base ai mq ,ma come prima casa e con un nucleo famigliare di 0(zero)persone .potrei avere la vostra opinione in merito e se ho ragione io a chi mi devo rivolgere ?

  15. Possiedo una casa di 115 mq. in pessime condizioni disabitato e non ammobiliato .

    Mi e stato recapitato una bolletta tari con un nucleo famigliare di 6 persone .

    Vorrei sapere come comportarmi

    Grazie

  16. ho ricevuto due bollettini della tari.
    uno a mio nome e uno a nome di mia mogie
    premetto che non siamo separati…in comunione dei beni…una casa
    perchè due bollette??cosa devo fare?
    grazie

  17. non sono in comunione di beni con mia moglie, sposato da 40 anni.
    possiedo un appartamento a primo piano dove abitato con nucleo famigliare di 4 persone incluso mia moglie e ho pagato di tari 878 € (su mq 119)
    mia moglie possiede un appartamento (87 mq) piano terra e ha pagato 612 € .
    (l’appartamento è disabitato però ammobiliato a suo tempo era abitato dal papà di mia moglie scomparso nel 2012), le vengono conteggiati al pagamento tari :
    l’immobile come seconda casa e un nucleo famigliare di quattro persone lo stesso mio nucleo famigliare. praticamente come se io e mia moglie con tutta la famiglia abitasse contemporaneamente nello stesso appartamento assurdo.
    ancora più assurdo è che gli uffici tari del comune non mi hanno saputo spiegare quanto da me esposto, rispondendomi solamente che era normale ,giusto e che questi erano le leggi del comune di trapani
    a mio giudizio credo che sia giusto che mia moglie paghi la tari in base ai mq ,ma come prima casa e con un nucleo famigliare di 0(zero)persone .potrei avere la vostra opinione in merito e se ho ragione io a chi mi devo rivolgere ?
    grazie gaetano

  18. Per 45 mq di casetta nel comune di Torpè (NU) che occupo esclusivamente durante il periodo estivo (un mese all’anno) pagata con tanti sacrifici , lavorando fuori dalla Sardegna, il comune pretende 147 euro. Secondo me questa e una rapina a mano armata.

  19. Mia moglie possiede una casa di mq 55 nell’isola di Linosa ( comune di Lampedusa e Linosa) adibita ad esclusivo uso stagionale per un massimo di due mesi l’anno (siamo residenti a Roma).Ha ricevuto bolletta TARI per € 220 da pagare in 3 rate. Ritenendo esagerato l’importo richiesto in relazione al principio sancito dalla legge “chi inquina paga” ed al numeri di persone che vi soggiornano -DUE – ho chiesto telefonicamente alla responsabile del servizio del Comune di Lampedusa di conoscere le modalità di applicazione della imposta. Risposta : quota fissa 2,50 per mq meno 20/oo; quota variabile € €127,43 (non mi è stata comunicata l’aliquota) . A mi sembra un gran pasticcio e comunque mi sembra veramente eccessivo dover pagare € 110 al mese per un sacchetto di rifiuti al giorno!Potreste cortesemente farmi conoscere il vostro pensiero al riguardo ?Grazie

  20. ho ricevuto due bollettini della tari.
    uno a mio nome e uno a nome di mio marito
    l’importo mio è di 425.00 circa
    quello di mio marito 475.00 euro circa.
    premetto che non siamo separati…in comunione dei beni…una casa
    perchè due bollette????
    adesso mi devo aspettare anche quella a nome dei figli x caso???
    grazie

  21. Trovo tante lamentele,critiche, malcontenti, anche disperazione, ma e’ proprio vero che tutti facciamo il NS. Dovere? Colpa dei politici? Anche, ma sono stati eletti da una maggioranza…e quindi andranno bene quelli che minacciano,dicono di voler cambiare e poi si scopre che rubano comunque e sempre…ma a noi non e’ mai capitato di “rubare” non pagando le tasse…quanti riscuotono compensi ..medici, parrucchieri, artigiani, magari pensionati, che continuano a lavorare…? Se tutti pagassero stare mo tutti meglio…

  22. qualcuno sa rispondermi? mia mamma è deceduta un anno fa, allora TASI, TARI ecc non esistevano. siamo 3 sorelle erede allo stesso titolo. perché arriva la TARI a nome di mia madre quindi a me, perché mie sorelle sono all’estero, e quando ho chiesto al comune di dividere la quota in tre che ognuna di noi paghi il suo, mi è stato risposto che: non si può ma vediamo. le tasse vengono prodotte dal fabbricato e non importa che tutti pagano le tasse, l’importante e che i soldi rientrino in cassa. ma io proprio l’intenzione di pagare quello che spetta a mie sorelle non ce l’ho proprio.

  23. a chi mi devo rivolgere per non far più conteggiare il mio ex marito (legalmente separato da maggio 2012) nella tari?

  24. Sono residente in Germania , perché vi lavoro ,ma sono proprietario di una casa in Italia che ho costruito con i soldi che ho guadagnato in Germania .

    Vengo in Italia 4 settimane all’anno in ferie .
    Perché debbo pagare la tassa sui rifiuti visto la pago per tutto l’anno in Germania ?

    E anche questa nuova tassa (Tasi) sui servizi indivisibili ill’uminazione ecc.. ecc..
    SE abito e risiedo in Germania perché debbo pagare tutto questo ?

    Non solo il governo italiano non ci il lavoro per poter vivere in Italia , ma chi va all’estero lo penalizza facendogli pagare queste tasse ingiuste.

    Cordiali saluti .

  25. La mia domanda con quello che pago per la ditta ristorante + campeggio che la ditta addetta ai rifiuti non sa rispondere ed il comune ancora meno e’ questa .. Posso io come ditta privata assumere un addetto con mezzo idoneo e smaltire i rifiuti e annessi nelle discariche autorizzate, non pagando più lo smaltimento ma il dipendente che mi costerebbe molto meno ???? Essendo già ora che mi porto cartone ecc.ecc.. in ecometro

  26. Scusate,vivo da sola 80mq, +garage, con un’entrata mensile di 450€, e’ arrivata la tari di 200€, ma è giusto? Con l’ultima entrata ho appena pagato il gas,e luce, mi dite cosa devo fare? Compro l’indispensabile x mangiare, non conosco una pizza, un cinema, una maglietta da almeno 4 anni, mi dite cosa posso fare per vivere senza dover piangere tutti i giorni? Grazie

  27. Non c’è equità nel pagare le tasse. Mia madre con una pensione di euro 630,00 ha pagato , nel comune di Pomezia RM, euro 572,00 di tasi; è una vergogna. Il torto è nostro che mandiamo al governo sempre le stesse persone e non abbiamo il coraggio di cambiare. Riflettete gente I ricchi sono sempre più ricchi e ceto medio e poveri sono sempre più poveri. Italiani svegliatevi ci hanno preso per il cu…… e ancora continuano. Destra e sinistra hanno troppi interessi finchè ci sono loro non vedremo mai luce. Buona fortuna a tutti

  28. va bene pagare ma quelli giusti, non aumenti eccessivi è poi vogliono combattere la crisi
    svuotando le tasce

  29. BEH IO CON 80 MQ HO PAGATO 106,00E D’ACCONTO CIRCA GENNAIO-GIUGNO ED ORA MI E’ ARRIVATO IL BOLLETTINO LUGLIO – SETTEMBRE 53,00€ OLTRETUTTO E’ ARRIVATO DI DOMENICA (IERI) CON SCADENZA F.M….SENZA PREAVVISO, GRAZIE
    COMUNE DI ALFONSINE

  30. Io, tra Tares e Tari, quest’anno pago 610€ con un solo stipendio e vivo in affitto pagando 650€ con 2 figli minori..mi girano i c….oni

  31. oi oi guardate bene chi votare non deve essere solo bello o un pluri laureato o un bravo oratore deve solo sapere aministrare chiedete sempre prima di votare ma sei capace di aministrare i nostri
    soldi senza sprecare o meterli in tasca

  32. Potrei dire la mia situazione ma a nome di tutti vi dico solo questo continuate cosi e l’ unico modo che conoscete grazie a nome di tutti

  33. Vorrei lasciare tanti commenti ma la cosa principale e ‘ quella di pagare sempre di piu’ e avere servizi sempre piu’ scadenti. Da Roma dicono che sono tasse comunali, ebbene si ma comuni che si dichiarano dissastati applicano le percentuali piu’ alte e rispetti ad altri cittadini si paghera’ sempre di piu’. Il prossimo anno si paghera’ la tassa di possesso sulle auto, moto ecc del 12% in piu’ quando in Campania rispetto ad altri paese d°Italia gia’ si pagan il 30%in piu’ + 12 = 46%.. spero che il popolo una buona volta lo capira’.

  34. prima non pagavo imu essendo prima casa
    reddito 1300 netti mese no straordinari
    pagavo 94 € rifiuti
    sn solo cn gatto
    possibile adesso TASI 300€

    grazie

  35. E’ possibile essendo proprietario di una seconda abitazione che usufruiscono io e mia moglie 3 volte,
    pagare un acconto tari pari a 81 euro per una superficie dichiarata di mq.80. Questo accade nel comune di Bolsena vt

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here