tasse, tributi, imposte, imu

Tasi 2014, siamo alla settimana finale. Tra sette giorni, infatti, andrà completato il pagamento nei Comuni che hanno deliberato in tempo l’aliquota sull’imponibile immobiliare. Vediamo, dunque, chi deve pagare e come calcolare l’importo.

Innanzitutto, ricordiamo che con la presentazione del decreto nel Consiglio dei ministri di venerdì scorso, il governo ha cercato di cautelarsi con tutti i mezzi a propria disposizione, sia per i Comuni dove si pagherà subito, che per quelli nei quali il saldo è stato rinviato a ottobre.

Riprendendo esattamente il testo inserito nel maxiemendamento al decreto Irpef, approvato nei giorni scorsi al Senato, il Cdm ha infatti dato l’ok a un decreto che procrastina immediatamente il pagamento nei municipi ritardatari al 16 ottobre, senza dover attendere la conversione del decreto Irpef, in programma entro  il prossimo 23 giugno, dunque a una ulteriore settimana di distanza dalla scadenza dell’acconto Tasi 2014. QUI L’ELENCO COMPLETO DEI COMUNI DOVE SI PAGHERA’ LUNEDI’ 16 GIUGNO


La Tasi, che ha sostituito l’Imu per le categoria esentate lo scorso anno, dunque anche le prime case, andrà pagata, però, sia dai proprietari che dagli inquilini. Essa è una delle due parti che viene a comporre la nuova Iuc, l’imposta unica comunale, suddivisa, al proprio interno, appunto in Tasi – Tassa sui servizi indivisibili – e la Tari – tassa sui rifiuti, che andrà a sostituire la tares.

Per calcolare esattamente l’importo da pagare il prossimo 16 giugno, gli interessati dovranno cominciare annotandosi la rendita catastale dell’immobile, contenuta, di solito, nel rogito emesso per l’edificio e rivalutandola del 5%.

A questo punto, andrà calcolato il valore catastale dell’immobile sottoposto a pagamento, tramite questa operazione:

Rendita rivalutata del 5% X coefficiente della categoria

I coefficienti sono così distinti:

Uffici (A/10) e Banche (D/5): 80

Case: 160

Negozi (C/1): 55

Immobili strumentali (D/1-D/10): 65

Ora, con in mano il risultato del valore catastale, entrano in scena i parametri comunali, nei termini di aliquote e detrazioni. A questo proposito, sicuramente, può essere d’aiuto la delibera del proprio Comune – che generalmente sarà stata pubblicata nel sito dello stesso – oppure, come al solito, il consiglio è quello di rivolgersi ai Centir di assistenza fiscale per conoscere l’esatto valore e procedere al calcolo della Tasi senza errori.

Qui le ultime su Faq del ministero

Qui il testo del decreto e dell’emendamento Tasi 2014

Qui lo speciale Tasi 2014


CONDIVIDI
Articolo precedenteLa riforma Delrio comma per comma. Nuovo patto per la Repubblica
Articolo successivoPapa Francesco, il discorso integrale sulla pace nell’incontro di ieri

6 COMMENTI

  1. Salve ho abitato fino a 3 mesi fa nell appartamento di proprietà del mio ex convivente a Caserta. Mi sono trasferita a Napoli oggi mi arriva un bollettino di 25 euro da pagare come usufruttuaria ma che centro con questa Tasi se ho solo coabitato in un immobile che non è di mia proprietà e oltretutto non posseggo nessuna proprietà. Posso sapere a chi rivolgermi cortesemente non x i 25 euro ma vorrei capire se devo pagare visto che oggi 30/08/2014 mi è arrivato il bollettino con data odierna di scadenza. Grazie

  2. caro stefano, a Venezia si usa dire: paga e tasi (paga e taci).

    secondo me questi si divertono con le sigle, chi si ricorda della ICIAP, (InCIAPpe, nelle chiappe…)
    Lo stato è manovrato da persone poco trasparenti. C’è davvero da pensare che forse veniamo truffati da quest’ultimi. Se ci rifiutamo di essere truffati però chiamano i cani per farci ritornare nel gregge, pronti per la prossima tosatura

  3. sONO UN NORMALE CITTADINO, HO SEMPRE FATTO FARE IL 730 E PAGAMENTO ICI E IMU ALCAF, QUESTO ANNO IL CAF MI HA RISPOSTO CHE iMU è OK, MA PER LA TASTA TASI , NON ME LO COMPILANO , PERCHE NON SANNO COME FARE .
    IL MIO COMUNE DI SAN MARTINO BUPN ALBERGO, NEL SUO SITO HA DICHIARATO CHE NON MANDERA NESSUN BOLLETTINO PRECOMPILATO PER IL PAGAMENTO , E CHE DOVRò PROVEDERE DA SOLO.

    TUTTO CIò è SOLO UNA BUFFONATA DA PARTE DELLO STATO ( LADRO ) E AMMINISTRATORI COMUNALI, E SONPO SICURO CHE QUEST’ANNO MOLTI CITTADINI SBAGLIERANNO,
    è SOLO UNA TRUFFA , E CREDO CHE SIA ORA DI SCENDERE IN PIAZZA, CON I FORCONI.
    SALUTI

  4. Salve. Sono un papà separato proprietario al 100% della casa dove abita mia figlia assieme alla sua mamma che non mi paga l’affitto (il mutuo lo sto pagando io) sapete dirmi per favore chi deve pagare la TASI. Grazie mille

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here