Il Provvedimento 16.4.2014 dell’Agenzia delle entrate sposta il termine entro il quale le società devono presentare la comunicazione avente per oggetto i beni concessi in uso ai soci o ai familiari o della ditta individuale in uso ai familiari, nonché i finanziamenti concessi dai soci alla società e dai familiari a favore dell’imprenditore individuale.

Il presente commento è firmato dall’autore del volume “Iva 2014” (Maggioli)

Il termine per l’adempimento è differito dal  30.4 a 30 giorni dalla scadenza della presentazione della dichiarazione annuale dei redditi, relativa al periodo di imposta interessato dalle suddette operazioni.

Non è una mera proroga dell’obbligo in scadenza il 30.4.2013, ma una modifica fatta a regime a decorrere dall’obbligo attualmente in scadenza: il termine, quindi, è fissato (si spera definitivamente) al 30 ottobre di ogni anno (salvo la diversa scadenza prevista per i soggetti passivi IRES con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare).

Così, un adempimento del mese di aprile viene differito ad altra data, ma forse, sarebbe più opportuno accorpare la comunicazione nello stesso modello di dichiarazione dei redditi.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteSfatiamo un mito
Articolo successivoMud 2014: dopo il via del Sistri, rimane l’obbligo di invio sui rifiuti

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here