Se ne è parlato moltissimo da inizio anno, tra voci sconsolate che chiedevano di ripristinarlo e chi non ha mai smesso di sperare. Alla fine, è stato direttamente il neo ministro a ufficializzare la notizia attesa da migliaia e migliaia di aspiranti docenti: il bando Tfa 2014 ci sarà.

Lo ha confermato nei giorni scorsi la stessa Stefania Giannini, ministro della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, intervenendo in Parlamento al fine di illustrare le linee guida del suo inizio di mandato in questo 2014. VAI AL TESTO DELLE LINEE GUIDA DEL MINISTERO

Nelle scorse settimane, a seguito del cambio della guardia al Miur, da Maria Chiara Carozza al segretario di Scelta civica ed ex rettore dell’Università di Perugia, infatti, la promessa di vedere il bando in vigore entro febbraio, era evaporata proprio come il governo di Enrico Letta.

A fissare la data era statoi proprio l’ex ministro Carrozza, rassicurando i tantissimi precari o insegnanti in attesa di varcare la soglia della scuola pubblica, che chiedevano a gran voce il ritorno del bando per i Tirocini Formativi Attivi anche per l’anno in corso. Poi, la crisi di governo, il rimpasto che ha coinvolto anche il Miur e l’ambientamento del nuovo Minsitro, hanno lasciato pensare che la promessa non potesse essere mantenuta. Addirittura, l’avvicendamento Carrozza-Giannini aveva lasciato presagire a un drastico cambio di rotta sulle assunzioni nella scuola, che potesse smettere i vecchi strumenti come, appunto, i Tfa.

Quadro, questo, tutt’altro che lontano dalla realtà, se è vero che la stessa Giannini alle Camere ha spiegato di voler intraprendere nuove strade per l’introduzione in ruolo dei docenti. Essendo, però, l’iter per il via ai Tfa 2014 già avviato, la nuova inquilina del Miur non se l’è sentita di cancellare quanto già realizzato da chi l’aveva preceduta: così, a sua decisione è stata quella di mantenere il Tfa per il 2014, mentre per gli anni a venire, dovrà esserci un ripensamento nei metodi di reclutamento della scuola.

A quanto pare, torneranno in voga i maxi concorsi, già ventilati per l’anno in corso, ma forse, il numero giusto per la selezione pubblica potrà essere il 2015. Non resta che aspettare: di certo, il Tfa sarà il primo passo concreto compiuto dal ministro, poi sarà rottura con la gestione Carrozza. Anche se, al momento, non c’è una data ufficiale di pubblicazione del bando, infatti, tutto lascia immaginare che la data di giugno, ipotizzata dal MoVimento 5 Stelle dopo un confronto in commissione, potrà essere quella giusta.

Vai al documento del ministro Giannini

Vai allo speciale Tfa 2014


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here