Tutto pronto per i test d’ingresso 2014 alle Università a numero chiuso. Ieri sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale i decreti che dispongono l’accesso a entrate a numero programmato per i corsi di Medicina, Veterinaria, Chirurgia e Odontoiatria, le cui prove di accesso si svolgeranno nelle prossime settimane.

Come annunciato nei mesi scorsi dal Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università e della Ricerca, infatti, quest’anno i quiz per i corsi universitari a numero chiuso si svolgeranno in primavera, parallelamente al calendario europeo. Dunque, per la prima volta stop alle rincorse successive esame di maturità, che obbligavano gli studenti a tre mesi di studio continuo nel bel mezzo dell’estate, per arrivare preparati alle prove a settembre, nelle cariche di migliaia di aspiranti.

C’è da immaginarsi, comunque, che i numeri delle passate edizioni saranno simili anche nella versione primaverile delle prove di ingresso alle facoltà a numero programmato: dopo la falsa partenza del 2013, infatti, stavolta studenti e atenei non si sono fatti cogliere alla sprovvista dall’appuntamento con il test anticipato. Unica eccezione, le Professioni sanitarie, le cui convocazioni sono in programma secondo il vecchio calendario. Ma vediamo in dettaglio cosa prevede la tornata di esami per accedere ai corsi più ambiti.

 

I posti nelle facoltà

I quattro decreto del Miur pubblicati in Gazzetta Ufficiali dispongono in maniera definitiva il numero di accessi riservati per ogni corso a entrate limitate. Nello specifico, vengono ammessi:

9983 posti per Medicina e Chirurgia

949 per Odontoiatria e Protesi dentaria

774 posti per Medicina veterinaria

7621 futuri architetti

 

Date dei test e della pubblicazione dei risultati

Medicina, Chirurgia e Odontoiatria: Test 8 aprile 2014, risultati 22 aprile

Veterinaria: test 9 aprile, risultati 23 aprile

Architettura: test 10 aprile, risultati 24 aprile

Medicina e Chirurgia in lingua inglese: 29 aprile 2014

Corsi di laurea delle professioni sanitarie: 3 settembre 2014

 

Come si svolgeranno i test

Gli aspiranti medici, architetti, odontoiatri e Veterinari avranno cento minuti per rispondere a 60 quesiti, alcuni di carattere generale, altri di ordine più vicino alla disciplina scelta. A questo proposito, ogni indirizzo avrà le consegne proporzionate, tra cultura generale e specifiche disciplinari, secondo le determinazioni ministeriali.

Ad esempio, per i candidati a Medicina, gli esercizi di conoscenza generale scenderanno dai 5 del 2013 a 4 e quelli di logica da 25 a 23, mentre cresceranno le domande di Biologia (15) e Chimica (8), più 8 di Matematica.

 

Novità

Dopo il pasticcio dello scorso anno, con il cambio di direzione anche a seguito delle prove, che ha provocato una pioggia di ricorsi, viene abolito il bonus maturità, relativo alla votazione dell’esame finale conseguita al termine della scuola secondaria. IN aggiunta, quest’annno viene stabilito un termine temporale per la stesura delle graduatorie definitive, fissato al prossimo primo ottobre 2014


CONDIVIDI
Articolo precedenteOffese negli scritti degli avvocati: cosa dice il codice penale
Articolo successivoCarceri, ok del Senato alla riforma della custodia cautelare. Il testo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here