La circolare diramata dal Ministero dello Sviluppo Economico lo scorso 27 febbraio ha rinnovato i termini e le regole per l’iscrizione al registro delle imprese.

Nello specifico, il documento del Ministero ora guidato da Federica Guidi, con il documento 3668/C ha aggiornato le normative, anche in base ai recenti decreti del governo sul tema di nuove imprese e start up, nello specifico con il decreto Destinazione Italia.

Nello specifico, sono state ufficializzate le disposizioni effettive dal primo febbraio, che dal prossimo primo di aprile diventeranno l’unica modalità possibile per l’inoltro delle comunicazioni alle camere di commercio.


Per le cooperative, viene chiarito come il riquadro 31 del modello S1 ria da utilizzare solo da parte di quelle società cooperative obbligate a iscriversi anche all’albo apposito delle stesse cooperative, mentre l’analogo del modello S2 è da assegnare alle società iscritte che devono modificare le informazioni inserite.

Riguardo, invece, le start up, il riquadro 32 del modello S1 coinvolge anche le neonate imprese “innovative”, così come, nel modello S2, lo spazio vada compilato anche da parte di coloro che richiedano inserimento nella sezione speciale del registro.

Ulteriori novità contenute nella circolare del Ministero dello Sviluppo Economico, riguardano le reti d’impresa, o, ancora, il bilancio consolidato, l’elenco dei soci numerosi e, infine, le società in stato di liquidazione, che andranno adeguatamente segnalato nell’elenco.

Tutte le informazioni, nel testo della circolare del Mise


CONDIVIDI
Articolo precedenteIl consigliere comunale non può agire in giudizio contro l’Ente di appartenenza
Articolo successivoIva 2013 e Unico 2014: scadenza in arrivo. Ecco i soggetti obbligati

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here