E’ prevista a ora la sentenza della Corte costituzionale sulla legge Fini-Giovanardi 49 del 2006, che ha riscritto il Testo unico sulla droga, intervenendo su normative in vigore da oltre un decennio.

A distanza di otto anni dalla sua approvazione, la legge, inserita in un ddl di conversione che conteneva anche norme sulle Olimpiadi invernali in corso a Torino, potrebbe essere dichiarata incostituzionale mentre sono in svolgimento non le Olimpiadi successive, ma l’edizione ancora seguente, a otto anni esatti, dunque.

Comunque, lasciando da parte le coincidenze storiche e cronologiche, se la Consulta dovesse dichiarare illegittima la legge in vigore che ha ridefinito i margini di tolleranza su spaccio e consumo, riscrivendo anche le dosi massime consentite per uso personale, potrebbe suscitare un cataclisma  giuridico sulle leggi di contrasto al fenomeno della tossicodipendenza.


La sentenza dovrebbe arrivare in serata, o, al massimo, mercoledì.

Qui il testo della legge Fini-Giovanardi


CONDIVIDI
Articolo precedenteNapolitano-Letta: i due volti di un potere ormai svuotato
Articolo successivoElezioni Sardegna 2014, tutti i candidati e le liste a supporto

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here