Audizione Avcp: le nostre proposte

Il 28 gennaio, lo studio Giurdanella&Partners era presente all’audizione convocata dall’Avcp al fine di conoscere le osservazioni dei soggetti interessati in merito alle nuove direttive europee che semplificheranno la normativa in materia di appalti pubblici (settori ordinari e speciali) e concessioni.

Lo studio Giurdanella&Partners ha presentato due proposte riguardo “responsabilità solidale appalti” e “contributo unificato appalti“.  Qui i principali argomenti trattati nell’audizione.


Direttive europee appalti. Guida alle novità

Lo studio Giurdanella&Partners ha redatto un breve ebook sulle nuove Direttive europee appalti. E’ una veloce guida alle novità introdotte dall’Unione Europea sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. Le direttive sono tre: una per i settori “ordinari”, una per i settori “speciali” ed una per le concessioni. Nei prossimi giorni verranno pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea (qui l’INDICE).

Processo amministrativo telematico. Convegno al TAR Catania

Gli avvocati Carmelo Giurdanella ed Elio Guarnaccia parteciperanno al convegno di formazione organizzato dall’Ordine degli avvocati di Catania sul processo amministrativo, rispettivamente nella qualità di moderatore e relatore.

Il convegno si svolgerà l’11 febbraio alle ore 16.30 presso l’Aula dei convegni del Tar Catania. Qui il programma del Convegno

Opere di metanizzazione: la Corte d’appello annulla il lodo arbitrale

La Corte di appello di Catania ha accolto le doglianze avanzate dall’ente difeso dall’avvocato Carmelo Giurdanella, ritenendo insussistente il concorso colposo (ex 1227 c.c.) dell’ente stesso in merito ad un appalto di 7 milioni di euro bandito per opere di metanizzazione.

La Corte ha ritenute peraltro assolutamente legittime le sospensioni dei lavoridisposte per ragioni di sicurezza e non imputabili pertanto alla stazione appaltante.

L’ente si era rivolto alla Corte di appello di Catania per l’annullamento del lodo arbitrale che aveva deciso sfavorevolmente le riserve nate durante l’esecuzione dell’appalto.

L’appello si è concluso favorevolmente per l’ente a favore del quale la Corte d’appello ha disposto altresì la restituzione della somma, corrisposta in esecuzione del lodo, pari a € 150.000,00 oltre interessi legali decorrenti dall’istanza di arbitrato (29.04.2005).


CONDIVIDI
Articolo precedenteEsame di maturità 2014, il decreto del Miur con tutte le seconde prove
Articolo successivoGiustizia, le novità sul contributo unificato nel processo tributario

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here