Continuano le misure per favorire l’entrata anticipata in pensione per quei lavoratori a ridosso della maturazione dei requisiti, secondo la riforma Fornero, ma svantaggiati per il cambio di caratteristiche minime richieste ai nuovi pensionati.

Nei giorni scorsi, il ministro Giovannini ha ribadito come, nelle intenzioni del governo, chiuse le urgenze fiscali e di bilancio con la legge di stabilità, risieda tuttora, come già ipotizzato nei mesi scorsi, l’intento di favorire l’ingresso anticipato alla pensione, per coloro che, se non fosse intervenuta la legge Fornero, avrebbero potuto essersi già ritirati dalla carriera lavorativa.

Ora, è direttamente l’Inps a favorire il percorso agevolato per i cosiddetti “esodandi”, ossia quella categoria di futuribili esodati per cui lo stesso Giovannini ha dimostrato attenzione, nel corso dei primi interventi da ministro in parlamento, salvo poi lasciarli in stand-by, dovendo cedere il passo a tematiche più pressanti, anche sul fronte del welfare, come gli stessi decreti esodati varati negli anni scorsi, ancora lungi dall’essere pienamente attuati.


Con il messaggio dello sorso 29 gennaio, 1653, l’istituto nazionale di previdenza sociale conferma la possibilità concessa ai datori di lavoro di incentivare l’uscita dei lavoratori vicini alla pensione secondo le norme Fornero.

Sarebbe dallo scorso mese di settembre, infatti, che la casella dell’Inps ha trovato un numero sempre crescente di richieste di accesso alla prestazione di previdenza, con date di conclusione del rapporto di lavoro, però, tali da non consentire l’immediato riconoscimento del diritto all’assegno.

Con il messaggio divulgato nei giorni scorsi, l’Inps precisa che il messaggio vada divulgata dagli stessi datori di lavoro, che dovranno servirsi del fascicolo elettronico aziendale, aprendo la sezione Contatti, dove, nel campo oggetto, dovranno contrassegnare la dicitura “esodi lavoratori prossimi a pensione”. In questo modo, potrà essere inviato il modello SC/77 direttamente all’ufficio Imps competente, cioè quello dove l’azienda svolge le pratiche di regolarizzazione del dipendente e pagamento contributi.

Alla richiesta, dovrà essere allegato l’elenco completo dei beneficiari interni all’azienda. Tutto ciò, specifica l’istituto, andrà realizzato non oltre il 90esimo giorno precedente l’attivazione della prestaizone per il primo lavoratore che accederà all’esodo di tipo annuale.

Vai allo speciale esodati di LeggiOggi


CONDIVIDI
Articolo precedenteEquitalia, come saldare i debiti entro il 28 febbraio: le novità della circolare
Articolo successivoPessimo obiettivo del fisco: trovare – non cercare – gli evasori

9 COMMENTI

  1. PENSIONE ANTICIPATA

    Buongiorno Sig.ra Antonietta,

    per le donne, fino al 31/12/15, si può andare in pensione con 41 e 6 mesi di anzianità poi dal 01/01/2016 scattano i 41 e 10mesi (secondo la legge Fornero).

    Per cui, secondo me, ha già i requisiti necessari per andare in pensione.

    Se vuole essere più sicura, vada da un Patronato (sono molto bravi) della sua zona le sanno dire con precisione se può andare o no

  2. Ho 61 anni e 32 anni e 5 mesi di contributi sono senza lavoro da più di 4 anni e sfiduciato dagli uffici di collocamento non mi sono più iscritto.Solo ora ho di nuovo attivato l’iscrizione.
    Ho le bollette da pagare e nessun lavoro in vista, sembra che non possa accedere alla pensione fino a 66 anni mi chiedo cosa mangerò nel frattempo??
    Mi potete dare qualche indicazione per risolvere la mia situazione?
    grazie Giordano

  3. ho 62 anni e 33 anni di contributi sono da 5 anni disoccupato mi dite cosa posso fare mi devo sparare?ho moglie e figlio cosa gli do da mangiare per colpa della legge fornero sono nei guai rispondetemi vi prego

  4. ho 60 e 5 mesi di età dall’estratto contributivo inps risultano ad oggi 2080 settimane lavorative x andare in pensione mi chiedeno 2227 settimane,cioè posso andare in pensione secondo riforma fornero il 01/11/2017 cioè 64 anni di età,svolgo da 28 anni lavoro turnista ,azienda chimica prima come trasfertista azienda elettrici,l’azienda attuale dopo aver usufruito di 5 anni di contratto di solidarietà ,per la chiusura di un reparto soffiaggio,ha potenziato e innovato il reparto presse ,colmando il gap esubero ,nonostate tutto continua a sostenere l’esubero di 6 unità, all’inizio il reparto chiuso era composto da 10 unità .Io ho fatto sempre parte del reparto presse produttivo,l’azienda mi vuole mettere in mobilità,incentivandomi con una cifra modesta euro 6000,secondo un calcolo del sindacato euro 40000,sono confuso come devo comportarmi a fronte di tutto questo?scusate per i troppi quesiti .

  5. MIO FIGLIO LAVORA AL NORDO PERCHE’ AL SUD NOC’è LAVORO
    MIA NUORA LAVORA AL NORDO PERCHE’ AL SUD NOC’è LAVORO
    IL MIO PRIMO NIPOTE E NATO AL NORD HA QUASI TRE ANNI , LO VEDO 3 VOLTE
    L’ANNO. NON LO VEDO CRESCERE, HO QUOTA 103 MI HANNO CHIUSO LA PORTA IN FACCIA .FORSE MIO NIPOTE DIRA’ ERA LA MIA NONNA , NON MI HA POTUTO ACCARREZZARE PERCHE’ GLIELO HANNO INPEDITO FORNERO ECOMPANY.
    SPERO IL PRESIDENTE RENZI NON SI NASCONDA DIETRO GLI ORRORI DEI PREDECESSORI

  6. NON CI VUOLE UN GRAN CERVELLO E CAPIRE SE NON VANNO IN PENSIONE I PAPà COME ENTRANO NEL MONDO DEL LAVORO I FIGLI.
    LA LEGGE FORNERO è UN DISASTRO, DOVEVANO SPALMARLA.
    SALUTI DA UNO CHE HA LA MANO SULLA MANIGLIA DELLA PORTA E NON RIESCIE AD APRIRLA

  7. Ho fatto domanda di prepensionamento alla mia ditta, ho 39 anni di contributi, però l’azienda dove lavoro mi ha negato questa oppurtunità, in quanto non hanno dipendenti in esubero. La ditta non è obbligata a lasciarmi andare in pensione prima? Chi sa come fare o se si conosce un altra strada prego comunicarmelo al n° 3394142757 grazie.

  8. domanda io sono a quota 1900 pari a 38 anni di contributi pagati posso chiedere la pensione anticipata

  9. e stata firmata la richiesta per l’anticipo sulla pensione ? A me mancherebbero 20 mesi x arrivare ai 42 anni d’anzienita e l’ azienda va male considerando che sono una pendolare
    sono anche abbastanza stanca della vita che conduco .E se ci fosse la possibilità di accedere prima onestamente lo farei ringrazio e attendo vostre comunicazioni in merito
    saluti MARIA ANTONIETTE

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here