Continua a tenere banco la questione della mini Imu, il conguaglio della rata di dicembre disposto dal governo. Entro il 24 gennaio, in oltre 2mila e 400 Comuni italiani, si dovrà pagare la quota residua della somma inizialmente prevista per fine 2013.

Poi, come noto, il governo è intervenuto con una serie di decreti che, prima, hanno rinviato il pagamento della rata di giugno, poi hanno portato al rinvio della data di dicembre, al mese di gennaio 2014. Non l’intero importo di dicembre 2013 andrà però versato nelle casse degli enti locali nelle prossime settimane. Il governo ha infatti assicurato la copertura del 60% della quota, chiedendo ai contribuenti l’ennesimo sacrificio, con il pagamento ormai inevitabile del 40%.

VAI ALLO SPECIALE SULLA MINI IMU CON TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI PER IL PAGAMENTO


Peccato, però, che i meccanismi di pagamento, di riscossione e di corretto conteggio della mini Imu siano tuttora per lo più ignoti, al punto che, a meno di due settimane dalla scadenza, in molti casi non si conoscono ancora le aliquote definitive deliberate dai Comuni entro lo scorso 9 dicembre.

Ecco, dunque, che il Ministero dell’Economia ha diramato le Faq, le domande più frequenti che riguardano il complicatissimo pagamento della mini Imu.

Tra le questioni che risultano più richieste da parte dei cittadini spaesati, le varie modalità di conteggiare e svolgere in misura corretta il pagamento dell’imposta, dai codici al calcolo con le varie detrazioni.

Molti anche i casi particolari, tra i più ricorrenti, che il ministero dell’Economia ha affrontato nel documento diramato tramite il proprio portale, per andare in aiuto dei contribuenti a pochissimi giorni dalla scadenza più contestata e problematica.

Vai al documento completo sulle Faq mini Imu

VAI ALLO SPECIALE SU MINI IMU: SCOPRI COME CALCOLARE LA RATA, I CODICI E TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI


CONDIVIDI
Articolo precedenteScuola, stipendi: ufficiale, il governo lascerà i 150 euro agli insegnanti
Articolo successivoBollo auto 2013: venti tipologie diverse, un’unica scadenza

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here