L’Inps ha comunicato sul proprio sito lo stato dell’arte delle operazioni di recupero di salvaguardia messi in atto negli scorsi mesi da parte del governo Monti, prima dell’esecutivo Letta, che ha varato di recente i suoi primi interventi in materia, e, dunque, ancora ai blocchi di partenza.

Il quadro che emerge è quello di un cammino ancora lungo, anche per coloro che hanno avuto la certezza di rientrare nelle categorie di salvaguardia. Basti pensare che, tuttora, non si è concluso l’invio delle certificazioni per il primissimo decreto di recupero esodati, emanato addirittura nel giugno 2012 e, si badi bene, con l’obiettivo di concludere il proprio iter entro fine 2013. Per la prima batteria di non salvaguardati, furono 65mila le posizioni di tutela garantite dal primo provvedimento del governo Monti-Fornero – in gran parte responsabile per la marea degli esodati: di questi ex lavoratori, rimasti senza impiego e senza assegno previdenziale, sono soltanto 26.345 le pensioni a oggi erogate. Si tratta di meno della metà dei casi sanati in un anno e mezzo, rispetto alla quota messa in cantiere.

Situazione non dissimile per il secondo decreto, quello che, introdotto nella spending review 2012, sempre per opera del governo tecnico guidato dal senatore a vita, stanziò risorse per assicurare il trattamento economico ad ulteriori 55mila non salvaguardati, rimasti a piedi dopo la riforma Fornero. Malgrado gli annunci, qui siamo ancora a distanza siderale dal completamento della tranche di esodati in via di recupero: dei 55mila previsti, le certificazioni riconosciute sfiorano i 14mila e le pensioni attivate non superano le 600 unità.


Arriviamo, infine, al terzo tentativo di reintegro dei contribuenti dispersi nel limbo tra lavoro e pensione, sempre per effetto del cambio di regole per l’accesso al sistema previdenziale con l’entrata in vigore della legge Fornero a fine 2011. Esattamente un anno fa, il governo Monti, giunto al capolinea, promise di salvare ulteriori esodati con un articolo ad hoc in legge di stabilità: la bassa disponibilità di risorse, però, non consentì di andare oltre i 10mila casi da riportare in salvo. Di questi, dodici mesi dopo, esattamente la metà, 5mila, sono state le certificazioni spedite ad aventi diritto, mentre sono ancora ferme a quota zero le pensioni attivate in seguito all’operazione di salvaguardia.

Insomma, delle 130.130 posizioni ufficialmente tutelate nel corso del 2012, sono appena 27mila le pensioni che, oggi, due anni dopo il cataclisma nel welfare della legge Fornero, sono erogate a favore di ex lavoratori, vittime del cambio di requisiti che li ha spogliati delle coperture statali. A cosa sia direttamente imputabile questo incedere a rilento, è difficile a dirsi: lungaggini burocratiche, esami approfonditi delle situazioni singole, ritardi nei decreti attuativi o, più probabilmente, mancanza cronica di risorse da pompare nelle casse di un welfare già al collasso. Indubbiamente, a questo ritmo, c’è da chiedersi se gli esodati ancora esclusi dalle pratiche di salvaguardia, e sono decine di migliaia, si vedranno mai riconoscere le fatiche di una vita intera, sfumate all’improvviso per l’inadempienza di una classe dirigente che non sa davvero più cosa inventarsi per riparare i danni provocati.

Vai all’aggiornamento sulla copertura esodati

Vai allo speciale esodati di Leggioggi

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteIva: accertamento, rivalsa, titolo provvisorio, detrazioni. Le novità
Articolo successivoLegge di stabilità 2014 in Gazzetta Ufficiale: il testo definitivo in vigore

6 COMMENTI

  1. Salve Sono Antonio
    Ho 60 nni e ho 34 anni di contributi più 20 settimane di contributi militari;
    Non faccio parte degli esodati perchè nel 2011era vigente la legge secondo cui si potevano riscattare i contributi (contributi volontari) ; non sono mai stato informato riguardo alla mia posizione, e non essendone a conoscenza – nessuna comunicazione da parte dell’ INPS-;
    Non avendo riscattato i sette mesi mancanti al completamento, sono costretto ad attendere gli anni fino a 67 per ottenere la pensione di vecchiaia.
    Come posso risolvere la questione?

  2. sbagli Fausto,
    non sono incompetenti, sono anche fin troppo astuti. Vedi la riforma previdenziale dell’infame (chi e’ ?, la puoi individuare anagrammando il mio nick) azionata con precisione diabolico/chirurgica spietata, studiata nei minimi particolari per non farsi scappare nemmeno il più’ piccolo pesciolino. Avevano bisogno di fare cassa e l’hanno fatto senza nessuno scrupolo spremendo come al solito il popolo bue e mantenendo inalterati i propri privilegi di casta.
    Se, nel corso del 2011 leggevi il Sole 24 Ore, un giorno si è l’altro pure, trovavi tutte le porcherie/mascalzonate poi messe in atto, il tutto ammantato da articoli “tecnici” frutto di studi approfonditi di previdenza…

  3. vai a pensionatizanzara.it, e leggi Lettera aperta a Matteo Renzi e tante altre in precedenza . Quella di Renzi la riporto è intreressante :
    come stai facendo, sembra che hai idee confuse !!. Sei un rottamatore che resterà con i rottami tra i piedi e si incatenerà, tanto da non muoversi più. Vinceranno i soliti . Immagina a baffetto di ferro , quando uscirà con qualche battuta tagliente , allora sarai già fuori gioco. Non è questione di riformare , che ha i suoi tempi , ma di annunciare cosa si vuol fare , e come si vuol fare , chi finanzia !! E’ inutile dire “ dobbiamo diminuire il costo del lavoro” questo l’ha capito anche Letta ; bisogna annunciare chi paga , questa è la riforma : ricordati il motore a 2 tempi . Se un pistone va male , non arriva la corrente , l’altro si trascina . Se sai risolvere questo rebus allora sei un grande !! come fare e il resto te l’ho scritto sul mio blog: pensionatizanzara.it
    orco_logo300-3421

    Devi partire da Mastrapasqua dell’INPS , a rottamare , altrimenti dichiari ad una platea di circa 20 milioni, che non hai capito niente . Noi stiamo con te . Il mio blog è visitato da 1.300.000 persone tra Google e face book , sono il 50% del PD che ti hanno nominato . Saresti una delusione se farai la figura del Renzo famoso , di Manzoniana memoria , quando andò dall’Avvocato con i polli !!
    Devi partire da Mastra pasqua dell’INPS perché è un grandissimo incompetente NOMINATO.Scade a marzo il contratto !! Vuole riformare L’INPS inseguendo i ciechi che guidano o i paralitici che vanno a ballare. Certamente sono costi che vanno risparmiati , ma bisognava capire che è dall’INTERNO che si creano i malversati ,è lì che va messo mano . Il problema dell’INPS è che è sparito il FONDO PENSIONI e truffano i pensionati . Non capivo perché venivo tartassato , finchè ho studiato i bilanci dell’INPS , risalendo fino al 1995 .Siamo in pochi a capire un bilancio di 1700 pagine !! Gli anni precedenti al 1995 non erano sul web , e credo che ora l’INPS mette solo l’ultimo bilancio , ma non servono più, ho dipanato già la matassa. L’INPS è innanzi tutto una forza finanziaria , che era il motore , o uno dei motori d’Italia, fino a che non ci ha messo mano baffetto , sottile , mortadella,e il balbuziente . Va ripristinata , che obbiettivo !! . L’hanno depredata , e almeno uno dei “ rottamati” ha partecipò al banchetto , anche quello con i baffetti di ferro !! Per l’amor del cielo , tutto è stato eseguito alla luce del sole e in regola con le procedure . E’ come quel maestro d’ascia , che prese le misure , la livella , voleva ripara il muro e il muro viene giù, di giorno in giorno !!. L’INPS è indebitato fino alla cima dei capelli , è sparito il FONDO Pensioni lavoratori dipendenti , sono sparite le migliori proprietà immobiliari , oggi pagano l’affitto gli uffici INPS,sono affitti d’oro, per proprietà pagate pochi soldi ; il Fondo pensioni è indebitato con le banche per 130 miliardi , chi li pagherà !! . Per pagare le pensioni ci vogliono circa 280 miliardi all’anno e cosa fa Mastrapasqua : t’inventa per restare a galla , la fusione con l’Inpdap e la ricerca dei ciechi che guidano , ma i suoi 53 incarichi all’anno restano . Il vero dramma sono i nominati, è notizia di questa mattina , Alfano ha nominato 17 Prefetti nuovi, se i precedenti non sono andati a casa, abbiamo aumentato la spesa pubblica ? Se dovrete fare un rimpasto dovrete prima mandare a casa i nominati e poi farne dei nuovi . Altrimenti ad un rimpasto all’anno , la spesa pubblica va alle stelle , e continuerete ad aumentare l’accise sulla benzina . Nessuno si muoverà più !! Siamo a questi termini . Per pagare le pensioni , il fondo avrebbe dovuto avere una consistenza di oltre 5.000 miliardi che al 5% avrebbe reso 250 miliardi . Invece cosa ti hanno inventato , i furbi , sempre “ sottili” : non registriamo i debiti allo Stato , e creiamo la catena di sant’Antonio ; freghiamo l’Europa e tutti, sperando che i pensionati … vivano poco . E’ successo il contrario ; i pensionati campano molto , e l’Europa l’ha capito , anche perché nella segreteria del Capo del governo tedesco vi è un beneventano ,mio amico che molto probabilmente li ha anche aiutati a capire , i giochi di Tremonti, ma prima del Dott Sottile sulle pensioni . Per tua scienza vai a vedere la trasmissione del 19 novembre 2009 di Santoro , analizza ,vedi cosa scoprì , e poi vai alla trasmissione del giovedì successivo , e capirai le paure di Tremonti !!
    7768244-an-very-evil-looking-clown-for-halloween

    Da allora le cose sono peggiorate peggio di quanto Tremonti pensasse : enormemente per i lavoratori e i pensionati ,anche se annunciate in quella trasmissione . Ci sono stati : i truffati come me ,che già c’erano ; gli esodati dal mio cartello “ ti ho dato 580.000 euro e tu non mi dai la pensione “ davanti Montecitorio ; l’INPS di Mastrapasqua non sapeva e non sa quanti erano gli esodati , come non sanno quanti sono i truffati dall’INPS ,come quelli denunciati da Santoro il 19 novembre 2009 ; hanno tolto il calcolo della pensione sul web ; hanno rifatto i calcoli delle pensioni , praticamente non si prenderà ; ma… è la Legge Fornero o i Fondi spariti !! .
    Cosa hanno inventato : mettiamo il codice fallimentare e la ragioneria sotto i piedi e freghiamo tutti , non facendo intervenire né la Corte dei Conti né la Banca d’Italia , servizio Vigilanza !! Come ci riescono : semplicemente mettiamo a comandare un fedelissimo all’INPS , che sia dittatore e perseguiti i truffati , come il sottoscritto !! Come esegue : registra le entrate dei versamenti previdenziali come se non fossero debiti a lungo termine dell’INPS , ma come se avesse venduto una merce , un treno , una nave, tutto inventato , come fanno i bancarottieri . Registra CASSA a RICAVI e non rileva il debito dell’INPS , cioè trasforma i debiti a lungo termine in Cassa fulminante, ignorando ciò che insegniamo ai nostri giovani universitari .Saremmo tutti ricchi se trasformiamo nelle aziende i debiti in crediti !! Lo STATO lo fa nella sua azienda principe !! Da ciò ne deriva che le cosidette “ Pensioni d’oro” vengono pagate dai lavoratori in contanti mese per mese,e non dal conto economico dello STATO e il debito dello Stato non aumenta , se ha pagato le pensioni e non si è registrato il debito !! Quanto può durare questa cretinata che conoscono tutti , nel mondo ?? Quanto è il vero debito dello STATO : è quello dichiarato dalla Banca d’Italia +++ il debito annacquato nel Fondo Pensione Lavoratori dipendenti !! Forse anche oltre 5000 miliardi di Euro !!Mancano le competenze !! Abbiamo bisogno di chi fa un bilancio vero !! La formula c’è ,ma non può essere realizzata con Mastrapasqua , ma con competenti , e in Italia ne siamo pochissimi , ci contiamo sulle dite delle mani , e sopra tutto servono anni di buona amministrazione e i NOMINATI fuori dai coglioni !! Io sono fra i pochi , sono a tua disposizione e non ho velleità di carriera perché ho 73 anni . Altra stupidità è la spending review e Cottarelli , che non potrà funzionare ,come non ha funzionato con Bondi, si buttano solo soldi , e spero che paghi almeno il tecnico ; questo te lo spiegherò un’altra volta
    Enzo Petrucciani Vai su pensionati zanzara .it spiego e denuncio parecchio mala affare , i peggiori sono i NOMINATI incompetenti . NON NOMINARE e bandisci i concorsi a 3 anni e dai speranza ai giovani !! i cretini pensano solo a nominare i propri cretini , mentre i buoni vanno all’estero , che affare !!

    Email

    Related posts:

  4. sbagli Fausto,
    non sono incompetenti, sono anche fin troppo astuti. Vedi la riforma previdenziale dell’infame (chi e’ ?, la puoi individuare anagrammando il mio nick) azionata con precisione diabolico/chirurgica, studiata nei minimi particolari per non farsi scappare nemmeno il più’ piccolo pesciolino. Avevano bisogno di fare cassa e l’hanno fatto senza nessuno scrupolo spremendo come al solito il popolo bue e mantenendo inalterati i propri privilegi di casta.
    Se, nel corso del 2011 leggevi il Sole 24 Ore, un giorno si è l’altro pure, trovavi tutte le porcherie/mascalzonate poi messe in atto, il tutto ammantato da articoli “tecnici” frutto di studi approfonditi di previdenza…

  5. Questi politici si devono vergognare per aver ridotto la categoria dei lavoratori OVER 50/60 che hanno perso il lavoro mettendo dei paletti che sono sempre gli stessi…. quindi se non lavori la pensione non la maturi perché non hai contributi sufficienti per accedere.
    Tutte le Salvaguardie sono legate allo stesso metodo anche se il Ministero del Lavoro le accetta L’Inps le annulla, ma di cosa stiamo parlando di parole al vento e basta.
    Gli Italiani devono cambiare questi politici INCOPETENTI siamo stanchi di essere presi in giro da gente cosi poco attenta e preparata.
    I Monti la Fornero per ultimo Letta devono andare a quel paese per non dire altro.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here