In Regione Lombardia, ormai da diversi anni, è a disposizione degli Enti e delle Pubbliche Amministrazioni un Sistema Informatico di negoziazione denominato SIntel, la cui realizzazione è stata gestita da Lombardia Informatica S.p.A..

Il Sistema, finalizzato a gestire on line tutti i processi di acquisto pubblici, opera nel rispetto di quanto disposto dal D. Lgs. n. 163 del 2006, dal D.P.R. n. 207 del 2010, dalla Direttiva 2004/18/CE, nonché, in conformità al D. Lgs. n. 82 del 2005 e ss.mm.ii.

L’uso di detto Sistema, reso obbligatorio dalla Regione Lombardia, per tutte le procedure ad evidenza pubblica che hanno ad oggetto lavori pubblici, forniture di beni e di servizi, sta agevolando le Pubbliche Amministrazioni lombarde al raggiungimento di importanti obiettivi nell’ambito degli acquisti pubblici quali la dematerializzazione, la trasparenza, e la competitività.


In altre parole, obiettivi indirizzati ad eliminare ogni supporto cartaceo nelle attività legate alla gestione documentale, a ridurre i margini di discrezionalità dell’affidamento, a rendere automatico il meccanismo di aggiudicazione, a semplificare le procedure di gara e a consentire la tracciabilità delle stesse e, non da ultimo, a garantire una più ampia platea di fornitori.

Un importante lavoro di diffusione e promozione dell’uso della piattaforma telematica SIntel sul territorio lombardo è gestito da ARCA (Azienda Regionale Centrale Acquisti) che ne cura anche l’implementazione.

Per stimolare le finalità del programma di diffusione e promozione è stato istituito il “Premio Lombardia Efficiente”, giunto quest’anno alla IV edizione. Si tratta di un riconoscimento per le Pubbliche Amministrazioni lombarde che, nell’ambito della loro attività di e-procurement, si sono avvalse dello strumento informatico di acquisto.

Di fatto, in Lombardia, l’uso della Piattaforma SIntel per gli acquisti pubblici sta consentendo un definitivo abbandono delle tradizionali procedure ad evidenza pubblica cartacee.

Di questo e di altre cose parlerò nell’intervento Le piattaforme telematiche di eProcurement: norme, prassi e giurisprudenza, al Convegno nazionale sul diritto amministrativo elettronico (DAE 2013), che si terrà a Roma, al Tar Lazio, il 12 dicembre prossimo. Si tratta di un seminario nazionale gratuito, giunto ormai alla sua decima edizione, che ospiterà una sessione specifica dedicata ad Appalti pubblici e informatica (qui il link per iscriversi e qui il programma definitivo).


CONDIVIDI
Articolo precedenteNuovo Isee per le famiglie, sì del governo: si parte già nel 2014
Articolo successivoCassazione: per danni da infiltrazione è responsabile non solo il costruttore ma anche il venditore

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here