Domenica 8 dicembre 2013 si tengono le primarie per la segreteria nazionale del Partito democratico. A concorrere, sono quattro esponenti della prima forza politica del Paese, secondo le ultime elezioni politiche.

Matteo Renzi, sindaco di Firenze, i deputati Gianni Cuperlo e Pippo Civati sono certamente i candidati più in vista per la corsa alla successione a Guglielmo Epifani . Ma c’è un altro rappresentante del Pd, meno presente sui teleschermi e nelle lotte intestine, che vuole ritagliarsi il ruolo di guastafeste alla tornata per la guida del partito guida del centrosinistra: si tratta di Gianni Pittella.

Nato a Lauria, in Basilicata, 55 anni fa, Gianni Pittella è figlio d’arte: il padre Domenico è stato eletto per tre legislature in qualità di senatore in area Partito socialista. Avvia la sua carriera politica nel 1979 come consigliere comunale del Comune di nascita. Da lì, l’anno successivo, diverrà immediatamente consigliere e assessore della Regione Basilicata. Prima ai socialisti, poi al Pds, nelle cui fila verrà eletto per la prima volta in parlamento nel 1996.


Dal 1999 si trova stabilmente al Parlamento europeo, dove dal 2006 al 2009 ha ricoperto l’incarico di presidente dei membri italiani del Pse. Lascia l’incarico per l’elezione al ruolo, che ricopre tuttora, di vicepresidente del Parlamento europeo,al secondo mandato dopo la rielezione del 2012.

A questo link il testo integrale della mozione a segretario di Gianni Pittella


CONDIVIDI
Articolo precedenteSpesometro 2013 rinviato, dalla proroga rischio di ulteriore caos
Articolo successivoPrimarie Pd 2013, chi è Pippo Civati e il testo della mozione integrale

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here