L’Agenzia delle Entrate ha ufficialmente comunicato con la nota Prot. N. 86932/2013 l’avvenuta approvazione delle “modifiche alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore contenuti nei modelli che costituiscono parte integrante della dichiarazione UNICO 2013 e della modifica della modulistica degli studi di settore da utilizzare per il periodo di imposta 2012”.

In tal senso, si legge nel comunicato, che il direttore delle Entrate, Attilio Befera, ha formalmente disposto l’accoglimento di due distinte correzioni, rispettivamente riguardanti:

1)     le “specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore”;


2)     le “istruzioni per la compilazione dei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore da utilizzare per il periodo d’imposta 2012”.

Le motivazioni alla base dell’approvazione dell’intervento ‘revisionale’ che la nota dell’Agenzia riporta spiegano come il suddetto provvedimento giunga ad apportare alcune modifiche in merito a specifiche tecniche riguardanti la trasmissione telematica dei dati che sono valutati come rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, da utilizzare per il periodo d’imposta 2012. La disposizione, inoltre, mette mano, correggendoli, ad alcuni refusi che sono stati evidenziati all’interno delle istruzioni contenute nello studio VM21E e nel quadro G attinenti i modelli degli studi di settore da sfruttare per adempiere agli obblighi dichiarativi relativi al periodo di imposta 2012.

Per conoscere nel dettaglio le specifiche tecniche, così come sostituite dal presente provvedimento, a cui devono attenersi i soggetti che effettuano la trasmissione telematica dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, contenuti nei correlati modelli costituenti parte integrante della dichiarazione UNICO 2013; e altresì per sapere quali modifiche sono state apportate alle istruzioni dei modelli per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli studi di settore, approvate con il Provvedimento del 27 maggio 2013, consulta direttamente la nota Prot. N. 86932/2013 pubblicata dall’Agenzia delle Entrate.


CONDIVIDI
Articolo precedenteDecreto lavoro, scarica la circolare con le novità su giovani e pensioni
Articolo successivoAnagrafe dei conti correnti: cosa cambia con i nuovi accertamenti bancari

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here