Si sono chiuse da pochi minuti le urne e già arrivano, in tempo reale, i primi risultati. E’ tempo di tirare le somme anche per la corsa che, in termini politici, acquista maggiore importanza, e cioè lo scontro alla poltrona di sindaco capitolina. A correre al ballottaggio senza accorpamenti sono il primo cittadino uscente, Gianni Alemanno, per la coalizione di centrodestra, e quale ‘esponente del centrosinistra, il chirurgo ‘democratico’ Ignazio Marino.

I risultati del primo turno, ossia quelli registrati dopo la consultazione indetta il 26 ed il 27 maggio scorsi, hanno segnato un iniziale vantaggio per il centrosinistra. Ignazio Marino, infatti, ha staccato l’avversario uscente di ben 12 punti percentuali, stanziandosi al 42,60% ( con 512.720 voti) contro il 30,27% raggiunto da Alemanno (pari a 364.337 preferenze). Sono in molti, infatti, a dare per scontato il cambio di poltrona. Ma, si sa, il ballottaggio da sempre può riservare ribaltamenti e sorprese degni delle più ‘controverse’ soap opera.

“Alemanno non si rassegna. – ha riportato  in una nota il comitato di Ignazio Marino – Segnalazioni di interruzione del silenzio elettorale ci sono arrivate da vari elettori: telefonate a casa a nome di sedicenti appartenenti al comitato Alemanno con richiesta di voto. Un autobus privato in via Ostiense, angolo via Porto Fluviale, con scritta a caratteri cubitali ‘vota Alemanno’, infine un tifoso laziale dai microfoni di Radio6 ha lanciato un appello in favore del voto al sindaco uscente. Una violazione delle regole che segnaleremo subito alla Prefettura”.


I toni accesi sono stati subito ripresi dal fronte di Gianni Alemanno: “Non ci risulta nessuna delle violazioni segnalate dal comitato Marino. Però possiamo rassicurarli sul fatto che se qualche tifoso laziale o romanista dovesse lanciare appelli in favore di Marino, o se qualche suo parente decidesse di fare telefonate in giro per esortare i romani a sostenere il nostro sfidante, non saremo così pusillanimi da disturbare il prefetto”.

Anche il candidato sindaco Alfio Marchini, esponente della lista civica che al primo turno ha raccolto il 9% dei consensi, è tornato ieri a rinvigorire i toni e ad interrompere il silenzio degli ultimi giorni: ” Ogni cosa ha il suo tempo, c’è anche quello dell’ascolto e dell’analisi, e non bisogna aver paura del silenzio. Da lunedì inizierà un nuovo tempo”, lasciando così  intendere a molti di volersi mantenere a completa disponibilità.

Al momento, a Roma, lo spoglio secondo il primo instant poll per La7, Ignazio Marino è in testa sul sindaco uscente Gianni Alemanno. Anche stando ai sondaggi realizzati da Nicola Piepoli e diffusi dal quotidiano online Affaritaliani.it, il candidato del centrosinistra dovrebbe superare facilmente l’avversario, segnando così la definitiva vittoria al secondo turno delle elezioni amministrative.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteComunali Sicilia: oltre al calo anche denunce d’irregolarità a Catania
Articolo successivoRisultati Comunali:riaccesa del centrosinistra. La carbonara di Marino

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here