“Ho capito una cosa: la nostra politica oggi è come il meteo, nessuno ci capisce più una mazza. Siamo a giugno, e giro per genova con i guanti. Il Pdl viaggia sul 35% nei sondaggi e il Pd ha vinto le elezioni”. Così uno sbalordito Maurizio Crozza ha aperto la sua copertina settimanale di Ballarò, il programma in prima serata condotto da Giovanni Floris su RaiTre. Non appena iniziato il monologo, però, il comico è stato interrotto da una divertita Mara Carfagna che ha osservato: “Vedo che ha una ossessione per me, anche io ce l’ho per lei”. Un siparietto interrotto solo dal conduttore, timoroso di perdere troppo tempo nella diretta tv.

“Ieri appena sono usciti i risultati delle amministrative, Pagnoncelli era a un passo dal mollare i sondaggi e aprire una fiaschetteria  a Trastevere”. In questo modo, secondo Crozza, il sondaggista di fiducia di Floris avrebbe accolto gli imprevedibili risultati del primo turno alle amministrative, con il Pd in testa in tutti i Comuni principali, Roma compresa.

“Alemanno sostiene che il derby abbia contribuito a distrarre le urne. Forse anche i tuoi cinque anni da sindaco – si è rivolto all’ex An Crozza – hanno influenzato un cicinino il voto, ma più il derby. A Roma c’erano 19 candidati, qualcuno ha portato a casa la scheda e l’ha usata come copripiumone”. 


Ora, Alemanno se la vedrà con Ignazio Marino“E’ strano, Marino: contrario al governo di larghe intese, voleva Rodotà presidente della Repubblica, ha tolto il logo del Pd dai suoi manifesti”, commenta il comico sul candidato del centrosinistra in pole position per il Campidoglio.

In studio, era presente anche il dissidente Pd Giuseppe Civati:“Occhio Civati – gli si è rivolto Crozza – che state vincendo. NOn sarà mica ora di chiamare Bersani? Stavolta rischiate”. In chiusura, il comico ha dato un assaggio della sua ormai famisissima imitazione di Antonio Ingroia.

Guarda il video completo di Maurizio Crozza a Ballarò, il 28 maggio 2013


CONDIVIDI
Articolo precedenteDivorzio… e che sia “breve”. I radicali propongono il referendum
Articolo successivoEsodati: chi è ammesso alla salvaguardia, pubblicato il decreto

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here