Affari europei

Enzo Moavero Milanesi, 58 anni, Scelta Civica

Riconfermato Ministro degli Affari europei, Enzo Moavero Milanesi è stato per anni il braccio destro di Monti ai tempi della Commissione Ue. Uno dei saggi nominati da Napolitano, proviene da Cavenago d’Adda, provincia di Lodi, è sposato ed ha tre figli. Laureato alla Sapienza, ha studiato prima in Belgio e poi in Texas. E’ stato tenente nella Guardia di Finanza dal 1977 al 1979, ricevendo nel corso della carriera militare un encomio solenne. E’ passato poi a insegnare diritto comunitario alla Sapienza, alla Luiss e alla Bocconi. Attualmente è professore di Diritto dell’Unione Europea presso la School of Government della Luiss. Moavero aveva già preso parte al governo Amato, lavorando al risanamento degli enti pubblici. Durante la presidenza Ciampi aveva ricoperto l’incarico di sottosegretario agli Affari europei. Candidato al Senato con Scelta Civica di Monti non è stato poi eletto.

Priorità

Quella di Moavero, è una riconferma al governo guadagnata sul campo durante il legislativo Monti, in particolare grazie all’operato svolto a Bruxelles per ridare a Roma più peso nelle scelte dei Consigli europei chiamati a portare l’Europa fuori dalla crisi, in un precario equilibrio tra conti, rigore ed esigenze di crescita. Oggi, tra le priorità del ministro figura quella di completare e portare il programma nazionale riforme (Pnr) a Bruxelles, congiuntamente a Def e programma di stabilità. Obiettivo prioritario è anche quello di condurre in porto la legge europea 2013 contenente le normative comunitarie 2011 e 2012 al fine di ridurre il contenzioso sui mancati recepimenti delle regole Ue.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome