Abbiamo riportato dal blog di Beppe Grillo i motivi per i quali non bisogna aver votato alle elezioni il Movimento 5 Stelle, un decalogo, anzi qualcosa di più visto il numero di motivi, proveniente direttamente dal Movimento che cerca, con la consueta ironia del comico genovese di far capire ai proprio elettori, che recentemente accusano qualche crisi identitaria quale strada si intende seguire e come si intende fare.

L’elettorato del M5S dunque ha qui i suoi buoni consigli per l’uso per capire cosa attendersi dal futuro e in quale direzione intende andare il movimento a cui ha dato la propria preferenza visto che questo vuoto governativo sta levando ancora di più i riferimenti politici che già si erano fatti labili nel nostro paese.

Per chi ha seguito lo tsunami del M5S e non ha “regalato” il proprio voto, in realtà, non scoprirà nulla di nuovo con quanto Grillo ha sempre dichiarato nei propri comizi in piazza; la volontà di rottura con il vecchio sistema partitocratico, la volontà di levare il finanziamento ai partiti e ridimensionare i costi della politica, il problema del conflitto d’interessi e dell’assegnazione delle frequenze. Questi sono e restano i capisaldi del Movimento che intende ripartire proprio dalle fondamenta su cui ha costruito la sua base di primo partito in Italia.

Dunque qui di seguito potete trovare i motivi per votare il M5s, buona lettura, anzi, buon voto.

Perché hai votato il MoVimento 5 Stelle?
Per fare un governo con i vecchi partiti?
Per votare in Parlamento i meno peggio?
Per discutere con il pdmenoelle di programma quando quello del M5S è il suo esatto contrario?
Per spartire poltrone e posti di comando a partire dalle presidenze di Camera e Senato?
Per autorizzare l’esproprio del Parlamento che, dopo un mese, non ha ancora nominato le commissioni?
Per fare la Tav, la Gronda e gli inceneritori di Bersani?
Per legittimare una classe dirigente che ha fatto fallire il Paese?
Per seppellire MPS sotto il tappeto pdimenoellnno, il più grosso scandalo finanziario della Repubblica?
Per delegare qualcuno a tuo posto e stare alla finestra e vedere l’effetto che fa?
Per mantenere i finanziamenti elettorali ai partiti?
Per erogare i contributi diretti e indiretti ai giornali di propaganda che infettano il Paese?
Per mantenere il segreto su chi ha usufruito dello Scudo Fiscale?
Per non fare nessuna legge anti corruzione?
Per non fare nessuna legge contro il conflitto di interessi?
Per partecipare a riunioni extra parlamentari di 10 saggi che sono parte del problema?
Per non mandarli tutti a casa?
Per mantenere una televisione pubblica indecente e mantenuta dalle tasse degli italiani, controllata dai partiti e in perdita di 250 milioni di euro?
Per permettere l’ingresso nel Tribunale della Repubblica di Milano dei parlamentari del Pdl a difesa di Berlusconi, un atto inaudito non sanzionato dalle Istituzioni?
Per vedere ogni giorno le solite facce degli esponenti dei partiti che hanno rovinato il Paese?
Se hai votato per il M5S anche soltanto per uno di questi punti, allora hai sbagliato voto. Mi dispiace.
La prossima volta vota per un partito.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome