“Fallimento della classe politica”. Matteo Renzi esordisce così nell’intervista rilasciata ieri sera a Giovanni Floris, nella coda della trasmissione “Ballarò”, accusando i parlamentari della passata Legislatura di non aver riformato la nefasta legge elettorale del Porcellum, responsabile dell’attuale situazione di assoluta incertezza a seguito delle urne.

Sul fenomeno MoVimento 5 Stelle, il sindaco di Firenze osserva: “Grillo ha preso un sacco di voti e non rispettarlo sarebbe un clamoroso errore. Basterebbe una leadership che dicesse di aver capito la lezione, diminuendo il numero dei parlamentari”. Sul modo di affrontare il comico blogger, Renzi allude alla sortita di D’Alema che aveva avanzato la presidenza di una Camera per il soggetto politico di Casaleggio e c. “No inciuci”, taglia corto il primo cittadino.

Sulla propria appartenenza alla classe politica, Renzi ricorda: “Dopo aver perso, invece di farmi la mia lista, ho preferito stare alle regole, sperando di avere un sistema con due soli schieramenti”.

Quindi, l’ex “rottamatore” analizza la situazione attuale: “La classe politica deve capire il messaggio. Bersani è il candidato, è lui il candidato e tutto il Pd gli andrà dietro”, non ha mancato di ribadire il leader toscano.

Ieri, Renzi ha incontrato Mario Monti spiegando di avergli segnalato “il grande tema del Patto di stabilità. Quando un’azienda fallisce perché non è stata pagata dall’amministrazione, che pure ha i soldi per pagarla, quella è la grande vittoria dell’antipolitica”.

Quindi, spazio anche per un eventuale accordo Pd-Pdl, Renzi osserva che “in un Paese normale un accordo si sarebbe trovato il giorno dopo, ma l’Italia non lo è”.

Insomma, un Matteo Renzi a tutto campo, nel momento in cui rientra d’impeto nel dibattito nazionale e viene da più parti additato come l’uomo della Provvidenza. Naturalmente, sempre che, nelle prossime settimane Napolitano non trovi una soluzione di passaggio. “Renzi premier? Ipotesi che non sta né in cielo né in terra, io ho perso le primarie e farò qualcosa quando vincerò”, chiude il sindaco di Firenze.

 Guarda l’intervista di Matteo Renzi ieri sera a Ballarò

© RIPRODUZIONE RISERVATA


1 COMMENTO

  1. Matteo Renzi in pochi minuti condensa mille argomenti rispondendo a tono di fronte a domande precise , non trascurando ironia e battute senza mai cadere nel sarcasmo . Chi non lo conosce può attribuirgli un ruolo moderato di centro ma , soprattutto , non può non riconoscergli la visione completa della situazione italiana e un programma completo e innovativo di vero cambiamento . Mi auguro che in un prossimo futuro Matteo venga riconsiderato quale persona giusta , capace di suscitare entusiasmo reale , ben attento nel fuggire le illusioni , sempre pronto e disponibile a trovare soluzioni in ogni campo scegliendo con attenzione gli esperti del caso . Ho finito e penso davvero così . Il Gufo .

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome