“Porco boia, ragazzi, il giaguaro era indelebile”. Così un esilarante Maurizio Crozza ha aperto ieri la puntata post elettorale di Ballarò, il talk show politico in onda su Raitre condotto da Giovanni Floris.

“Non è che se attacchi il microfono agli ombelichi riesci a parlare alla pancia della gente”, ha proseguito il comico imitando un affranto Pier Luigi Bersani dopo la mancata vittoria alle elezioni politiche.

Al centro della satira del comico, le prime dichiarazioni del segretario del Pd rilasciate ieri pomeriggio, a meno di 24 ore dai risultati definitivi delle elezioni che hanno consegnato al centrosinistra la maggioranza dei seggi a Montecitorio e un numero superiore di rappresentanti al Senato, ma del tutto insufficiente per governare su entrambi i rami del Parlamento.


Quindi, l’attenzione passa al vero trionfatore di questa tornata elettorale, Beppe Grillo, al quale il leader del centrosinistra ha aperto la porta dopo aver preso atto dei risultati elettorali.

“Grillo lascia che ti dica una cosa con chiarezza: Grillo, adottami”, così lo sferzante Crozza ha riassunto il pensiero di Bersani, ricorrendo alle ormai celebri metafore del candidato premier di Pd e Sel.

Abbandonato sigaro e parrucca, Crozza si è concentrato, quindi, sui non eletti illustri, tramite imitazioni spassosissime di Antonio Di Pietro e del candidato premier di Rivoluzione civile Antonio Ingroia. Il solito, irresistibile show che permette di sorridere per qualche minuto, malgrado la situazione politica resti ingarbugliata come non mai in Italia.


CONDIVIDI
Articolo precedenteIl CNF ha detto sì all’avvocato – amministratore di condominio
Articolo successivoIdv, Di Pietro dà l’addio: “Dimissioni irrevocabili” dopo la mancata elezione

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here