Pensioni silenti, come ricevere il proprio posto sulla “scialuppa” di salvataggio. Dopo che è venuto a galla lo scandalo che coinvolgerebbe milioni di contribuenti, per un esborso richiesto al’Inps commisurato in circa 10 miliardi di euro, ecco la nuova circolare-salvagente dell’Istituto di previdenza.

Con il documento passato in archivio lo scorso primo febbraio, l’ente di previdenza e assistenza nazionale ha emanato le direttive per attivare le “Deroghe all’elevazione dei requisiti di assicurazioni e di contribuzione“, come da oggetto della circolare.

Il caso dei contributi silenti era esploso a seguito del sospetto che, con la riforma Fornero, le vecchie regole dei quindici anni di contributi per chi era sottoposto al regime della riforma Amato non fossero più valide. In particolare, ciò era apparso corrispondente a verità soprattutto a seguito delle circolari Inps emesse nel marzo 2012.


In sostanza, la nuova legge sulla previdenza ha introdotto come minimo contributivo i 20 anni, a fronte del requisito anagrafico da accompagnare ai versamenti. Così, a differenza delle riforme precedenti, sembra che quella firmata da Elsa Fornero non contenesse le indicazioni necessarie per confermare il regime dei 15 anni per coloro che al 1992 – anno della legge Amato – ne erano sottoposti. Una linea che trovava conferma, come detto, nelle circolari di 12 mesi fa. Ora, però, pare essersi imboccata la strada opposta, a fronte delle cifre enormi emerse dopo i primi conteggi dei lavoratori coinvolti.

Così, a seguito dell’àncora lanciata verso i cosiddetti “quindicenni” – ossia coloro che al 1992 avevano versato già 15 anni di contributi – cui veniva consentito di andare in pensione con le vecchie regole, ora l’Inps specifica tutte le informazioni per inoltrare richiesta di accesso al trattamento pensionistico con i precedenti requisiti.

A questo proposito, l’ente pensionistico specifica che, circa la legge Amato “le disposizioni di cui all’articolo 2, con del 1992 operano anche a seguito dell’entrata in vigore della legge n 214 del 2011, in quanto dette norme non risultano espressamente abrogate“.

La vera sorpresa che emerge dalla circolare è però l’inclusione, nel novero dei “salvaguardati” degli iscritti alla gestione fu Inpdap, una precisazione che sicuramente tiene conto degli esuberi già messi in programma dal ministro Patroni Griffi.

C’è, poi, un ulteriore punto da sottolineare, che consta nell’adeguamento necessario nei termini di speranza di vita anche per gli stessi quindicenni i quali, così, dovranno concludere la propria carriera lavorativa non prima dei 62 anni.

Il documento emesso dall’Inps contiene anche tutte le specifiche per le singole sedi locali al fine di accogliere le istanze presentate, come sbrogliare le vertenze ancora pendenti, convogliandole verso il trattamento pensionistico e, infine, le informazioni sulla nuova valutazione da compiere sulle domande respinte.

Vai al testo della circolare Inps sulle pensioni silenti


CONDIVIDI
Articolo precedenteCondono tombale 2013: gli evasori minacciano le casse dello Stato
Articolo successivoCondono tombale 2013: la nuova promessa di Berlusconi per le elezioni

1 COOMENTO

  1. Come mai questo errore dei contributi silenti l’hanno risolto, causa la signora Fornero, e l’errore che ha sempre commesso la suddetta signora su i pensionandi quota 96 che avrebbero maturato i requisiti nell’agosto 2012 ancora non si trova una strada????? L’errore commesso è quello che, secondo la signora, al 31 dic del 2011 (parlo dei pensionandi della scuola) avrebbero dovuto avere i requisiti per andare in pensione senza se e senza ma! Ma lo sa la signora che l’anno scolastico ha un calendario tutto suo? Sbaglio è una professoressa? A settembre 2011 è iniziato l’anno scolastico 2011/2012 quindi non è finito il 31 dicembre 2011? Allora perchè si devono avere i requisiti per la pensione a quest’ultima data quando quando l’hanno scolastico finiva ad agosto 2012? C’e’ qualcuno del Ministero dell’istruzione, del Ministero del Lavoro, dell’Inps o ex INPDAP o chi vi pare che c’è un ERRORE madornale da correggere come è stato fatto per i contributi silenti????? GRAZIE

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here