Si sono aperte oggi le iscrizioni esclusivamente online all’anno scolastico 2013/14  per le prime classi di primaria, medie e superiori. Il Miur si dice già profondamente soddisfatto per l’avvio del processo di registrazione telematica che per la prima volta nella storia della scuola consente alle famiglie di effettuare le iscrizioni alla scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado esclusivamente in rete.

Sembra che la macchina organizzativa stia funzionando al meglio e senza particolari problemi. A rendere più agevole la procedura, anche la circostanza che non sono stati previsti orari prestabiliti per l’iscrizione online. Il sistema infatti sarà disponibile 24 ore su 24, compresi il sabato e la domenica, fino all’ultimo giorno utile, fissato al 28 febbraio. Ad appena mezz’ora dall’apertura dei termini, comunica il Ministero dell’Istruzione, sarebbero state già 1.226 le domande inviate. Alle 13.00 di oggi sono pervenute 13.002 domande, di cui7.594 sono state inoltrate alle scuole, mentre le altre sono state compilate ma tenute in sospeso dai genitori ancora indecisi.

Ecco la tabello con i dati, ora per ora (fino alle 12.00 di oggi), relativi alle domande di iscrizione inserite, predisposta dal Miur:

00 1.226
01 996
02 236
03 100
04 87
05 86
06 461
07 1.376
08 504
09 794
10 297
11 339
12 4.300

Le iscrizioni on line fanno parte di un processo di dematerializzazione e innovazione del sistema scolastico portato avanti dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo. Dello medesimo progetto fanno parte anche la c.d. pagella online, operativa già da giugno 2013 per effetto delle nuove norme introdotte ad agosto scorso dalla spending review (Dl 95 convertito dalla legge 135/2012); e dal prossimo anno scolastico anche le comunicazioni on line scuola-famiglia, e i registri online per i docenti.

La circolare del Ministero n. 96/2012


CONDIVIDI
Articolo precedenteDati personali per propaganda elettorale, interviene il Garante
Articolo successivoElezioni politiche 2013: 5 regioni per vincere in Senato

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here