La commissione Ambiente del Senato ha espresso parere contrario  sull’emendamento del relatore, Antonio D’Alì, che voleva far posticipare  a luglio 2013, dall’ iniziale 1° gennaio, l’avvio della Tares, la nuova imposta sui rifiuti. La proroga del decreto sui rifiuti è stata bocciata dall’aula nella giornata odierna; tuttavia non riguarda solo questa imposta, ma comprende numerose proroghe al 31 dicembre 2013 di gestioni commissariali, fra le quali c’è anche quella riguardante il naufragio della Costa Concordia.

Nell’ambito della proroga dell’esordio della Tares, il sottosegretario all’Ambiente, Tullio Fanelli, ha chiarito che il governo si è rimesso alla commissione, riservandosi di esprimere il parere in aula, dopo aver ascoltato i rilievi della commissione bilancio.

Nel frattempo sono stati selezionati i quattro impianti tmb che recepiranno i rifiuti indifferenziati prodotti a Roma, Fiumino, Ciampino e Città del Vaticano. Goffredo Sottile, il commissario per l’emergenza Rifiuti a Roma, nonché prefetto, ha individuato i siti di; Albano Laziale (Roma), Viterbo, Colfelice (Frosinone) e Castelforte (Latina).


Per quanto concerne il decreto sui rifiuti, la Commissione ha approvato anche altri emendamenti, fra i quali, uno firmato trasversalmente dai senatori emiliani che è di “chiarimentosui contributi per la ricostruzione post terremoto; si preavvisa che la concessione del contributo per la riparazione, il ripristino o la ricostruzione delle case, ad uso produttivo e per servizi pubblici e privati e delle infrastrutture, dotazioni territoriali e attrezzature pubbliche, distrutti o danneggiati con un articolo “può essere determinato in ogni caso in modo tale da coprire integralmente le spese occorrenti per la riparazione, il ripristino o la ricostruzione degli immobili”. E’ stato definito poi che la disposizione “opera nell’ambito delle risorse già stanziate e non comporta nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica”.

Un altro emendamento del relatore elimina la scadenza del febbraio 2013 prevista dal Dlgs 151/05 per i rifiuti da apparecchiature elettroniche. Una proposta di modifica firmata da Bruno Alicata (Pdl) aumenta la proroga delle gestioni commissariali all’emergenza idrica nelle Eolie. Approvato infine un emendamento del relatore che cambia il riferimento normativo inserito nel decreto legge riguardante l’ applicazione alla regione Campania (dopo la scadenza della proroga) delle norme relative alla organizzazione e gestione dei servizi di raccolta avvio e smaltimento e recupero dei rifiuti urbani e la riscossione dei relativi tributi. Invece dell‘articolo 19 del Dl 95/2012 si fa riferimento all’articolo 14 del Dl 78/2010; le due norme peraltro, sul punto, sono identiche. 


CONDIVIDI
Articolo precedenteSocial card: via alla sperimentazione, ecco dove e come accedere
Articolo successivoElezioni politiche 2013, la legge elettorale e tutti i seggi a Camera e Senato

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here