Il Senato nella serata di ieri ha approvato con 222 sì, (oltre la maggioranza assoluta) e quattro no il ddl attuativo della riforma del pareggio di Bilancio in Costituzione. Il provvedimento, già approvato alla Camera, diventa così legge. Il voto concretizza uno degli impegni assunti dall’Italia rispetto all’Ue con il fiscal compact. La nuova legge rende operativa la riforma dell’articolo 81 della Costituzione e istituisce un organismo indipendente di controllo dei conti pubblici che si chiamerà “Ufficio parlamentare di bilancio”, che sarà composto da tre membri eletti dai presidenti di Camera e Senato, uno dei quali sarà nominato presidente e avrà poteri analoghi a quelli che ha il presidente della Bce rispetto al board della Banca centrale europea.


CONDIVIDI
Articolo precedenteConcorso scuola 2012: il 15 gennaio le date e sedi della prova scritta
Articolo successivoCamera: oggi voto finale sul testo della Legge di Stabilità

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here